Maxi screening al via, tamponi per 37mila [Guarda le Offerte della Pescheria]

  • di

NUORO. L’obbiettivo è raggiungere centomila cittadini in tutta la provincia. Tra sabato 6 e domenica 7 febbraio e poi il fine settimana successivo, il 13 e 14 febbraio. Lo screening “Sardi e sicuri” promosso dalla Regione per contrastare la diffusione del virus, dopo l’avvio in Ogliastra raggiunge il capoluogo e tutti i comuni della provincia. Campagna divisa in due fasi: le stesse persone che si sottoporranno a tampone nella prima, lo dovranno ripetere il fine settimana successivo (13-14 febbraio).

Per quanto riguarda il capoluogo, l’attività di tracciamento è rivolta ai cittadini dai 10 anni in su, che a Nuoro sono 37.572, con l’obiettivo di coinvolgere il 65 per cento della popolazione. «Invito tutta la popolazione alla massima partecipazione – dice il sindaco Andrea Soddu –. Occorre l’aiuto di tutti per promuovere l’iniziativa e per sensibilizzare amici e parenti. Si tratta di una sfida importante che ha l’obiettivo di riportare la Sardegna all’azzeramento della circolazione virale in breve tempo e tornare a una vita che sia quanto più possibile normale».

Sabato e domenica verrà effettuato un test rapido antigenico a lettura ottica cromatografica. Il prossimo fine settimana si tratterà di un test rapido antigenico a immunofluorescenza con ausilio di un apparecchio di lettura.

Le regole d’ingaggio sono abbastanza semplici. I cittadini che si sottoporranno al test dovranno avere la tessera sanitaria. Per ogni postazione saranno disposte due file separate in modo da fare due test contemporaneamente. Questo ridurrà i tempi di attesa e gli assembramenti. Il tampone sarà analizzato subito e se dovesse risultare positivo, l’esito sarà comunicato al diretto interessato entro mezz’ora. Ogni persona risultata positiva sarà immediatamente sottoposta a tampone molecolare con tutti i contatti stretti che dovrà indicare al personale sanitario. In questo caso l’esito sarà comunicato entro le 12 ore successive.

In città ci saranno 21 postazioni suddivise in sette strutture. Tre saranno nell’oratorio dei Salesiani di via Funtana Buddia, a cui dovranno fare riferimento i cittadini residenti nei rioni di Funtana Buddia, Corte, Murichessa, Parco lineare, Città Giardino, Logurulei, Pratosardo; quattro nella palestra della scuola media “M. Maccioni” in viale Costituzione ( Istiritta, Badu ‘e Carros, Toddotana, Tiesi, Prade Leo); tre nella palestra dell’Ipsia “A. Volta” in via Mastino (per i residenti a Mughina, Gruches, Carta Loi, Nuraghe, Furreddu); due nella palestra della scuola San Pietro in via Malta (Santu Predu, Montelongu, Monte Jaca, Lollobeddu); tre nella palestra del Liceo Ginnasio “G. Asproni” in via Asiago (Seuna, Sa Purissima, Su Carmene, Provincia 1926, Sa ‘e Sulis, Preda Istrada, S. Orsola, Su Pinu, Frazione Lollove); quattro nella palestra dell’Itc (Ragionieri 2) “S. Satta”di Biscollai (a Sa Solidae, Monte Ortobene, rioni Italia, Ubisti, Nugoro Nobu, Biscollai-Ugolio); duenella palestra della scuola elementare “G. Deledda” Monte Gurtei in via Iglesias (residenti a Monte Gurtei, Sa terra mala, Predas ‘e Donne).

L’elenco completo delle vie che ricadono nelle zone indicate e i turni sono consultabili sul sito istituzionale del Comune e sulla pagina Facebook della Protezione civile – Comune di Nuoro. L’invito ai cittadini è quello di osservare le indicazioni, anche se non rappresentano un obbligo tassativo. Chi fosse impossibilitato a recarsi nella struttura assegnata o in un determinato giorno e orario può infatti presentarsi in un’altra zona o in un giorno/orario diverso. Inutile (o forse no) dirlo, i test sono gratuiti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

[Guarda le Offerte della Pescheria]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *