Via all’appalto, si apre il primo giugno – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. L’amministrazione civica ha pubblicato il bando per la gestione della piscina e del campo di calcetto di Farcana. Il contratto fissato nell’avviso di affidamento degli impianti ha una durata di cinque mesi. L’inizio dell’attività nelle due strutture sportive lo si vorrebbe collocare nella giornata del primo giugno. Il termine per presentare le offerte scade alle ore 9 del 31 maggio. Nella stessa giornata saranno valutate le offerte e quindi scelta la società affidataria. Tempi stretti e passaggi burocratici calendarizzati con molta precisione, così da chiudere la pratica in maniera rapida e arrivare ad aprire gli impianti proprio con l’affacciarsi della bella stagione. Tanto l’amministrazione ha in testa l’obiettivo, che all’operatore è richiesta competenza ed esperienza, proprio perché si parta senza ritardi. Punto irrinunciabile per il cui rispetto non è irrilevante, e non lo è stata nel momento di definire la gara, la situazione di disagio e attesa infinita di qualche estate fa, quando a Farcana la piscina la si è potuta utilizzare solo quando l’estate aveva ormai esaurito la metà del suo corso.

Nella lettera d’invito per la gestione, pubblicata sulla piattaforma on line “Sardegna Cat”, si fa presente che sia la piscina e sia il rettangolo di gioco per il calcetto sono a posto, in tutte le parti e dotazioni. Il contratto di affidamento della gestione prevede il versamento da parte del Comune al gestore di 12mila euro, complessivi per i cinque mesi di durata del contratto. Contributo che gli uffici municipali hanno stabilito sulla base di incassi lordi preventivati di 27mila euro, sia a luglio e sia ad agosto. Il contratto che sarà firmato prevede anche alcune clausole che riguardano le modalità di conduzione delle strutture. In particolare, per la piscina l’impresa affidataria dovrà garantire la presenza di un coordinatore, un manutentore, così come degli istruttori di nuoto e dei vigilanti. Rispetto a una lettera d’invito che non ha limiti di spazio e sede sociale per i potenziali affidatari, c’è comunque la condizione che i candidati siano imprese appartenenti alla categoria merceologica “AL 56”, che riunisce i soggetti dei servizi ricreativi, culturali e sportivi. Gli appassionati del nuoto, ma anche dell’ancora più popolare calcio, di Nuoro e no, hanno dunque la possibilità di arricchire l’estate con momenti ricreativi e sportivi sul monte Ortobene, che da qualche anno va riguadagnando centralità negli interessi della città e del territorio. L’opportunità vale molto, e a maggior ragione dopo due anni di restrizioni, anche per le attività motorie, a causa del Covid.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *