Variante inglese, a dicembre casi in Ogliastra – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Già due settimane fa il gruppo di lavoro del Laboratorio Covid del San Francesco di Nuoro, in collaborazione con il laboratorio dell’Ematologia, aveva scoperto che la variante inglese del Sars-Cov2 era presente nell’isola più di un mese fa. A dicembre, quindi, ben prima del focolaio di Bono. La scoperto si deve ad un gruppo di lavoro coordinato dal dottor Giuseppe Mameli, per primo ad aver sequenziato nell’isola il virus Sars-Cov2. Grazie al software in uso nel laboratorio, si è stati in grado di identificare delle sospette varianti inglesi del Covid in pazienti che sono risultati positivi il 31 dicembre 2020. «Abbiamo rilevato 6 pazienti con la variante inglese provenienti dall’Unità speciale di continuità assistenziale di Lanusei – spiega Mameli –. Di questi 4 campioni provenivano da pazienti dello stesso nucleo familiare». Come si è risaliti alla individuazione della variante inglese? «Grazie all’analisi a ritroso delle curve di amplificazione degli acidi nucleici virali di oltre 2000 campioni positivi. La scoperta – prosegue Mameli – ci ha permesso di evidenziare la notevole capacità di diffusione di questa variante e l’importanza del monitoraggio e dei nuovi casi e dei focolai che si presentano, permettendo al Laboratorio Covid del San Francesco di individuare in maniera rapida e precisa la presenza della variante inglese nei campioni positivi. Gli stessi campioni con sospetta variante inglese sono stati confermati con il sequenziamento». Soddisfazione per il lavoro svolto dal gruppo del Laboratorio Covid è stata espressa dalla commissaria straordinaria della Assl di Nuoro Gesuina Cherchi: «Apprendo con orgoglio gli esiti del lavoro del nostro team del San Francesco, coordinato dal dottor Mameli, e che al suo interno vede una significativa preponderanza di donne. Vorrei ringraziarli uno a uno: oltre a Giuseppe Mameli, Maura Fiamma, Rosanna Asproni, Franco Carta, Giovanna Pira, Patrizia Fancello, Silvia Serra, Maria Itria Monne, Tatiana Fancello, Valentina Rosu, Giovanna Piras, Alessandro Toja, Filomena Sanna, Annarita Floris, Sonia Doneddu, Vanessa Marras, Maria Fadda. Infine un doveroso ringraziamento alla dottoressa Jana Lo Maglio, direttore facente funzioni del Laboratorio analisi, e al dottor Angelo Palmas, direttore facente funzioni dell’Ematologia».

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *