Vaccinazioni, stop agli imbucati – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. «Quella appena conclusa è stata una settimana di rodaggio, e certo, i disagi ci sono stati, perché tanti si sono presentati senza prenotazione e poi perché non è facile gestire una macchina così complessa come quella delle vaccinazioni, ma da lunedì sarà tutto più facile e ci saranno diverse novità e aggiustamenti: a cominciare dal fatto che senza prenotazione non si potrà più accedere al vaccino. Poi, nella palestra del Ciusa, faremo anche due corsie per gli anziani: una la destineremo agli anziani con problemi motori o di altro genere. Sarà una corsia preferenziale. E sempre da lunedì estenderemo la vaccinazione fino al sabato e cominceremo con il vaccinare per categorie: oltre agli anziani, i pazienti fragili, gli insegnanti, le forze dell’ordine, le categorie professionali come i farmacisti e i veterinari. Attiveremo anche due equipe vaccinali per il distretto di Macomer, e due equipe mobili nel territorio». La commissaria Assl, Gesuina Cherchi traccia il bilancio della prima settimana di dosi somministrate ai nuoresi. Ma nonostante diversi problemi, dice, e il blocco di alcuni lotti di Astra Zeneca, la campagna di vaccinazione a Nuoro nei primi sette giorni ha registrato la somministrazione di ben 4764 dosi di vaccino Pfizer. «E se si considera che, senza il blocco degli Astra Zeneca, avremmo superato di gran lunga la quota di 5000 fissata dai nostri obiettivi, si capisce che la settimana si è chiusa decisamente bene». «Certo – spiega la responsabile della campagna di vaccinazione, Maria Carmela Dessì – i disagi dei primi giorni sono legati soprattutto al fatto che i nuoresi hanno manifestato una grande voglia di vaccinarsi ma non hanno rispettato gli orari. E tanti anche sono venuti senza prenotazione. Ecco perché si sono creati gli assembramenti: la voglia di vaccinarsi, nonostante alcune defezioni legate alla diffusione delle notizie sull’Astra Zeneca, è stata davvero tanta. Ma dalla prossima settimana (da domani, ndr) saremo ancora più rigorosi e quindi non accetteremo pazienti senza prenotazione». Da domani, dunque, la campagna di vaccinazione entrerà a regime e subirà alcuni aggiustamenti. «Da lunedì (domani, ndr) – spiega ancora Maria Carmela Dessì – proseguiremo con la vaccinazione degli over 80 residui, e vaccineremo anche i pazienti fragili. Sono quelli che compaiono in un’apposita anagrafe del Cup sulla base dei codici di esenzione. Tra loro ci sono, ad esempio, anche i pazienti oncologici o i trapiantati. I vaccini che utilizzeremo saranno il Pfizer, come già abbiamo fatto nella prima settimana, e poi, appena saranno definitivamente sbloccate le dosi sequestrate, anche l’Astra Zeneca». Ma oltre agli over 80, come precisa la commissaria straordinaria dell’Assl, Gesuina Cherchi, da domani il calendario delle vaccinazioni al Ciusa includerà anche altre categorie, secondo un calendario preciso. Verranno vaccinati gli insegnanti e le forze dell’ordine, gli over 80 non ancora vaccinati, le persone fragili come gli oncologici e chi è affetto da malattie rare, gli ordini professionali come i farmacisti e i veterinari. Mentre i dializzati saranno vaccinati in ospedale dopo la dialisi, idem per gli anziani con potenziali reazioni avverse al vaccino.

©RIPRODUZIONE RISERVATA©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *