Un punto che vale oro: i rossoblù pareggiano con il Napoli allo stadio Maradona – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Poco possesso palla per i rossoblù e partita sbloccata dai partenopei nei primi 45’ allo stadio Maradona. Cagliari che cresce negli ultimi minuti senza riuscire a concludere. Nella ripresa i sardi riescono più volte a intimorire gli uomini di Gattuso, cuore e determinazione portano al 94’ il pareggio, che vale come una vittoria per i rossoblù.

Primo tempo. Prima palla per il Napoli che parte con calcio lungo di Koulibaly. Partono aggressivi gli ospiti in questi primi minuti allo stadio Maradona. Tempi giusti di Cragno al 6’ che allontana una palla pericolosa di Zielinski. Conclusione alta due minuti dopo su punizione di Manolas che non riesce a concludere.  Sbolcca il risultato al 14’ la partita il Napoli: Insigne riceve sulla trequarti e imbuca per Osimhen, il nigeriano protegge la sfera dall’arrivo di Godin e batte Cragno. Questo è il quinto gol in Serie A per il numero 9 partenopeo. Difficoltà del Cagliari a tenere palla. Gioco fermo all’ex San Paolo: scontro frontale tra Zappa e Koulibaly, Fabbri chiama i sanitari in campo. Riprende il gioco, ma i sardi non riescono a essere pericolosi dalle parti di Meret. Arriva al 28’ il primo brivido per il Napoli: Nainggolan trascina i rossoblù, allarga sulla destra per Nandez che va al cross. Pavoletti va in tuffo e sfiora, sulla palla vagante arriva Zappa che conclude col mancino e trova il palo. Primo giallo del match: Godin piede a martello e fallo su Di Lorenzo. Qualche minuto dopo il giallo arriva anche per Deiola che stende Insigne. Calcio di punizione dal limite per il Cagliari, cercato e ottenuto da Paoletti, siamo al 38’ ma la palla calciata da Lykogiannis si infrange sulla barriera. Occasione per il Cagliari al 43’: bel cross di Carboni, mancino educato per il giovane tonarese che serve Pavoletti in area: l’attaccante livornese schiaccia in porta ma Meret è attento e respinge, sul tap-in arriva Nandez ma interviene ancora Meret. Fabbri concede un minuto di recupero. Finisce il primo tempo allo stdio Maradona. Napoli in vantaggio, ma il Cagliari di Semplici sembra essersi svegliato negli ultimi minuti.

Secondo tempo. Compagini nuovamente in campo: nessun cambio per Gattuso e Semplici. Prima palla per il Cagliari. Pressano subito i partenopei con un’occasione di Osimhen andata in fumo a due minuti dal fischio d’inizio. Cagliari in sofferenza: difesa rossoblù in affanno. Osimehen da solo cerca il bis, ci riesce, ma la spinta su Godin all’inizio dell’azione porta Fabbri ad annullare il gol. Giallo per Demme: fallo su Nandez. Protesta Insigne.  A 57’ a rendersi pericoloso è Lykogiannis: cross dalla destra di Nainggolan arriva il perfetto inserimento del terzino greco che vince il duello con Di Lorenzo e anticipa di testa in torsione: palla fuori di poco. Favoloso Cragno al 61’ che respinge con i pugni un tiro di Zielinski, sulla ribattuta ci prova Insigne, ma è scoordinato sul tiro. Primo cambio del match: Gattuso manda dentro Politano al posto di Lozano.  Tre minuti dopo è anche il turno di Asamoah che Semplici manda al posto di Deiola. Gioco fermo ancora uno scontro frontale allo stadio Maradona tra Ceppitelli e Osimhen. Nainggolan chiede subito il cambio per il difensore rossoblù. Semplici manda dentro Simeone e Gattuso Mertens. Nel Cagliari la fascia del capitano passa a Nainggolan. Al 77’ bella percussione verso il centro di Di Lorenzo che salta due uomini e calcia, ma la conclusione è sporcata dal ritorno di Carboni. Due cambi a dieci minuti dalla fine: Gattuso sceglie Bakayoko ed Elmas al posto rispettivamente di Fabian Ruiz e Zielinski, mentre Semplici Cerri e Calabresi per Lykogiannis e Zappa. All’82’ conclusione centrale dal limite di Insigne, ma Cragno respinge ancora con i pugni. All’88 Cagliari pericoloso con Pavoletti che non riesce a tirare ma conquista un angolo, ma Meret salva ancora sull’attaccante rossoblù. Fabbri concede sei minuti di recupero. Pareggio del Cagliari dal 94’: Nandez fulmineo batte Meret. Finisce 1-1 allo stadio Maradona.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Hysaj; Demme, Fabian Ruiz (81’ Bakayoko); Lozano (68’ Politano), Zielinski (81’Elmas), Insigne; Osimhen (75’ Mertens). Allenatore: Gattuso. A disposizione: Contini, Idasiak, Maksimovic, Rrahmani, Rui, Bakayoko,Elmas, Zedadka, Ciotti, Mertens, Pettagna, Politano.

CAGLIARI (3-5-1-1): Cragno; Ceppitelli (75’ Simeone), Godin, Carboni; Zappa (81’ Calabresi), Duncan, Deiola (70’ Asamoah), Nandez, Lykogiannis (81’Cerri); Nainggolan; Pavoletti Allenatore: Semplici. A disposizione: Aresti, Vicario, Calabresi, Klavan, Rugani, Tripaldelli, Walukiewicz, Asamoah, Cerri, Joao Pedro, Simeone.

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Marcatori: Osimhen 14’, Nandez 94’,

Ammoniti: Godin, Deiola, Demme.

 

 

L’articolo Un punto che vale oro: i rossoblù pareggiano con il Napoli allo stadio Maradona proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *