Un milione di euro per la Planargia dalla legge finanziaria regionale – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

BOSA. Un milione di euro della finanziaria, approvata nelle scorse ore dall’aula del Consiglio Regionale, approderanno in Planargia. Nella terra delle mille potenzialità ancora inespresse, con Bosa a tirare le fila della promozione turistica quantomeno rallentata da infrastrutture di collegamento e nautiche da riportare al ventunesimo secolo, una boccata d’ossigeno. Con all’interno anche i fondi per l’adeguamento del Puc agli strumenti di tutela regionali destinati a Bosa e per Tresnuraghes l’attesa notizia che il Museo Casa Deriu viene riconosciuto di valenza regionale.

«Fondi che certificano la centralità di Bosa nel territorio, in sinergia con le strategie e le politiche di sostegno e crescita della Regione», rimarca il consigliere regionale del Psd’Az Alfonso Marras. «Certo i problemi non mancano, e credo sia necessario elaborare un “Patto per la Planargia” che esprima obiettivi unitari. L’impegno c’è, anche nel superare le carenze nell’ambito della sanità ad esempio, dove a breve auspico la soluzione di una serie di questioni ancora aperte» afferma Marras. Che elenca punto per punto i fondi in arrivo dalla cosiddetta Legge Omnibus, «che permetteranno di aiutare nella crescita sociale ed economica questo territorio».

A Bosa per l’adeguamento del datato Puc al Piano paesistico regionale e al Piano di assetto idrogeologico la somma stanziata è di centomila euro. Mentre centomila euro sono destinati ad associazioni di volontariato, sportive e culturali. Due finanziamenti di 150.000 euro ciascuno andranno ad un progetto di messa in sicurezza e ristrutturazione dell’area della torre dell’isola Rossa a Bosa Marina, e per i lavori di completamento di via Ariosto. Altri 130.000 euro sono stati destinati al rifacimento e messa in sicurezza delle strade rurali. In Planargia sono in arrivo altri 100.000 euro destinati a Tinnura per riqualificazione urbana e recupero e miglioramento delle facciate delle case che ospitano i Murales; a Flussio invece arriveranno 70.000 euro per la manutenzione e ristrutturazione del Museo dell’Asfodelo. Infine al comune di Montresta, per interventi di riqualificazione urbana e bitumazione di strade ammalorate, andranno 200.000 euro. I fondi diretti a Bosa per l’adeguamento del Puc. «Sono tesi alla semplificazione, accelerazione e snellimento delle procedure burocratiche e amministrative volte al rilascio di autorizzazioni e permessi e per l’individuazione di nuove aree di espansione». Mentre il riconoscimento del Museo Casa Deriu di Tresnuraghes tra le strutture di caratura regionale «darà la possibilità di ottenere un successivo finanziamento da parte della giunta, che permetterà una costante pianificazione delle attività di questa importante struttura culturale del territorio», conclude Marras.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *