Uccide l’ex compagna a Nuoro: al via il processo d’appello a Sassari – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SASSARI. Si è aperto oggi 19 febbraio in Corte D’Assise d’Appello a Sassari il processo di secondo grado nei confronti di Ettore Sini, 51enne agente penitenziario di Ozieri, condannato all’ergastolo nel gennaio 2020 dal tribunale di Nuoro per l’omicidio dell’ex compagna Romina Meloni in un appartamento della stessa cittadina, il 31 marzo 2019, e per il tentato omicidio di Gabriele Fois, compagno della vittima, ferito gravemente.

La Corte, presieduta dalla giudice Maria Teresa Lupinu, ha accolto la richiesta avanzata in sede preliminare degli avvocati dell’imputato, Lorenzo Soro e Pasquale Ramazzotti, affinché venga valutata la capacità di intendere e di volere di Sini al momento dell’agguato. L’uomo stamattina non era presente in aula. La giudice ha nominato un perito e fissato la prossima udienza al 3 marzo.

Nelle motivazioni della sentenza di primo grado, il giudice Claudio Cozzella scriveva di Sini: «È uno spietato assassino che non ha mai mostrato segno di pentimento alcuno. Egli ebbe a disposizione oltre un’ora e un quarto per sbollire la propria rabbia, per desistere dal proprio intento omicida, per riattivare le proprie funzioni cerebrali e i propri freni inibitori, per comprendere che il sangue non era e non poteva essere la soluzione al suo dramma. Sini non si è mai costituito e non aveva intenzione di farlo». L’uomo, infatti, fu arrestato diverse ore dopo il delitto a Sassari. Motivazioni fatte proprie ora in Corte D’Assise D’Appello di Sassari dalla Procuratrice generale Roberta Pischedda.

La parte civile che tutela i familiari di Romina Meloni e Gabriele Fois è rappresentata dagli avvocati Pietro Pittalis e Orlando Ugone. (Ansa).

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *