Traghetti, con la proroga diminuiscono le tariffe – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

ARBATAX. Tratta marittima Civitavecchia-Arbatax-Cagliari: in Ogliastra si plaude all’iniziativa del titolare del ministero delle Infastrutture e mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, che intende dare continuità allo scalo ogliastrino, visto che dal primo luglio non compare nelle prenotazioni. Occorre quindi garantire, nell’immediato, il diritto alla mobilità degli ogliastrini e dei turisti. Come ha detto il sindaco di Tortolì, Massimo Cannas, il ministro ha avviato «una procedura negoziata, senza pubblicazione di bando di gara, per assicurare il servizio per 6 mesi, 1 luglio-31 dicembre, in continuità territoriale». Le manifestazioni di interesse dovranno essere presentate entro l’ultimo giorno del mese. Il consigliere regionale ogliastrino Salvatore Corrias ha chiesto al ministro «di intervenire affinché la soluzione diventi definitiva».

I l valore massimo stimato dei costi del servizio, come riportato nel sito del Mims, sono stimati in 17milioni e 236.655 euro «ma in considerazione dell’estrema urgenza e transitorietà dell’affidamento», si prevede la totale assunzione del rischio commerciale da parte del ministero.. Il collegamento dovrà avvenire in notturna, con partenza non prima delle 19, e con durata massima della traversata fra Civitavecchia e Cagliari di 11 ore (8 tra Civitavecchia e Arbatax). Fra l’altro, come spiega Shipping Italy «in alta stagione (inizio luglio-fine settembre, e tra il 19 e il 31 dicembre) il collegamento dovrà avere frequenza giornaliera, mentre negli altri periodi potrà essere trisettimanale ed essere assicurato da una sola unità». Le navi non dovranno avere più di 20 anni e dovranno essere in grado di trasportare almeno 800 passeggeri ( 400 in cabina).

Ecco il previsto costo dei biglietti sulla Civitavecchia Arbatax, una volta che verrà affidata, a seguito della procedura negoziata, la tratta in continuità territoriale per mezzo anno. La doppia esterna per i residenti dovrà costare 33 euro; mentre per i non residenti 44 in bassa stagione e 57 in alta stagione; per quelle interna il costo è inferiore di tre euro a biglietto. Un biglietto per la quadrupla esterna dovrà costare 30 euro per i residenti, mentre per quanti non lo sono, 40 in bassa stagione e 52 in alta. Il passaggio ponte costerà 20 euro a ogni residente, mentre 24 e 29, dipende se in bassa o alta stagione, per i non residenti. Un auto, in riferimento al primo gruppo (fino a 4 metri di lunghezza), di un residente, dovrà pagare 39 euro, mentre 50 (bassa stagione) e 70 (alta stagione), pagherà quella di un non residente. Per le auto del secondo gruppo (dai 4 ai 5 metri di lunghezza) i costi sono di 41 (residenti), 52 (bassa stagione) e 75 (alta stagione) per i non residenti.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *