Tra Gospel e blues, fine 2020 in musica

  • di

NUORO. Il 30 e il 31 dicembre torna l’appuntamento più festoso dell’anno con le voci gospel di Nate Brown & One Voice direttamente in streaming per tre giornate presentate dall’associazione culturale l’Intermezzo di Nuoro. «In questo travagliato 2020, ritrovare quella familiare sensazione di raccoglimento e gioia si scontra con le restrizioni doverosamente imposte dall’alto, sebbene la necessità di condividere un momento di spensieratezza, quotidianità e allegria incalzi durante le festività natalizie» commenta il patron del festival Giuseppe Giordano. «Gli spettacoli e i concerti che tanto amiamo e ci uniscono si sono adeguati a nuove forme di fruizione grazie allo streaming e le dirette online, un mezzo di tutto rispetto e con enormi potenzialità poiché in grado di arrivare ovunque e creare una rete in cui tutti possano interagire, assistere e comunicare con i propri affetti o con altri utenti».

E così quest’anno sarà il coro gospel Nate Brown & One Voice, uno dei cori gospel più apprezzati e seguiti in America, ad animare il concerto di domani e poi in replica il 31. Il coro è vincitore di molti premi come primo posto nel 2008 Pathmark gospel choir Competition, primo posto sempre nel 2008: Kings Dominion GospelCompetition, il primo posto nel 2010 e nel 2013 nel Verizon How Sweet The Sound, Gospel Music Competition e primo posto al Kellogg’s Gospel. Nate Brown ha frequentato il Duke Ellington College of Music di Washington, e ha contribuito al successo della Duke Ellington Jazz Band, con la quale si è esibito in Inghilterra, Francia, Belgio e Canada. Lo si potrà apprezzare domani e il 31, alle 21, (tutte le informazioni si potranno trovare sulla pagina ufficiale del Cala Gonone Jazz Festival).

Ma oggi, per la rassegna Humus Festival Animanera Blues & Soul, saranno disponibili il concerto dei bluesmen sardi William “Willy Boy Taxi” Rossi e Vittorio Pitzalis in duo dalle 20. Vittorio Pitzalis è tra i bluesman più rappresentativi della Sardegna. La sua attività concertistica lo porta a esibirsi su alcuni tra i palcoscenici più importanti della scena nazionale. Nel luglio 2018 vince la finale delle selezioni per la finale dell’International Blues Challenge, ospitata al Delta Blues Festival di Rovigo. A gennaio 2019 è stato alle finali di Memphis.

Willy Boy Taxi, nome d’arte di William Rossi, classe 1980 è un armonicista e cantante quartese. Frontman del gruppo blues Dirtyhands si distingue per la sua voce graffiante che ben si addice al genere da lui interpretato, oltre che per la presenza decisamente rock sul palco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *