Tortolì, nuove telecamere dopo l’ok della prefettura [Guarda le Offerte della Pescheria]

  • di

TORTOLÌ. A distanza di un anno dalla riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si tenne in prefettura a Nuoro nel febbraio 2020, nel corso della quale venne approvato il progetto presentato dal sindaco Massimo Cannas, pochi giorni fa sono iniziati i lavori di installazione del nuovo impianto di videosorveglianza del Comune. Sono inutilizzabili le 23 telecamere che vennero installate nel centro abitato poco più di 12 anni fa.

«Si tratta – precisa il primo cittadino – di un innovativo sistema che prevede 33 telecamere, di cui 4 a lettura targa, per il monitoraggio completo delle vie di accesso a Tortolì, e con punti di ripresa all’ingresso dello scalo marittimo di Arbatax, alle vie cittadine, nel palazzo municipale, in vari le strutture comunali, le scuole, il campo sportivo di piazza Fra Locci».

Con le quattro telecamere a lettura targa nelle vie di accesso a Tortolì, verranno monitorati gli ingressi sud da Barisardo, dalla strada statale 25-Orientale sarda; da Lanusei e Villagrande dalla strada statale 198; da Girasole, Lotzorai e Baunei, sempre dall astrada sttale 125-Orientale sarda (ma dall’ingresso nord di Tortolì). «Il nuovo impianto – prosegue il capo dell’esecutivo comunale – frutto di un progetto presentato dal Comune e valutato positivamente dalla prefettura di Nuoro, che ha supportato le attività di stesura sotto il profilo della conformità alla normativa vigente e alle esigenze di ordine e sicurezza pubblica, è reso possibile grazie a un finanziamento regionale di 150mila euro».

A parere di Cannas si tratta di contributo importante e necessario per innovare la rete dei servizi e garantire un’adeguata copertura dei punti sensibili negli spazi pubblici e fuori dal contesto urbano.

«Una volta concluso – sottolinea – il Comune entrerà così a fare parte di un progetto innovativo, un sistema molto avanzato sul piano tecnologico a livello regionale, in un quadro di coordinamento con le centrali delle forze di polizia. Un progetto tra gli obiettivi della maggioranza, fondamentale sia in materia di sicurezza per il cittadino, ma anche perla tutela delle attività commerciali e dei beni pubblici Nonché un utile strumento per prevenire e contrastare l’illegalità». Nel corso della riunione che si tenne a fine febbraio dello scorso anno, venne approvato, fra quelli di diversi centri, anche il progetto del Comune di Lotzorai, per l’installazione di 37 telecamere di alto livello (30 fisse e 6 a lettura targhe) munite di zoom estremamente potenti, che e possono avere rotazioni a 360 gradi in pochissimi secondi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

[Guarda le Offerte della Pescheria]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *