Syn-Bios, oggi non si gioca Il S. Giuseppe chiede il rinvio per tre casi di coronavirus

  • di

Padova

Colpo di scena per la sfida tra Syn-Bios Petrarca e Real San Giuseppe. Il calcio d’inizio sarebbe dovuto essere questa sera alle 19, ma nel tardo pomeriggio di ieri è arrivata la notizia di alcune positività tra i campani, che hanno quindi costretto la società a chiedere il rinvio.

Già il match disputato sabato a Cercola era un recupero, in quanto i vesuviani sono stati pesantemente colpiti dal Covid ad inizio campionato, ora un nuovo posticipo, che frena in parte la corsa di un Syn-Bios lanciatissimo verso il secondo posto. Il San Giuseppe, che già si sarebbe dovuto presentare ad Este con una formazione d’emergenza, visti gli infortuni di Duarte e Follador, si trova a dover affrontare nuovamente lo spettro del coronavirus. Le scorse ore in casa vesuviana sono state intense anche per questioni extracampo, vista la cessione dell’idolo Chimanguinho all’Olympus Roma in A2.

Rammarico nelle parole del presidente petrarchino Paolo Morlino: «Dispiace fermarsi perchè perdiamo ritmo, la squadra è in una condizione straripante e in questi casi giocare ti dà ancora più slancio. Arriviamo da due grandissime prove in Campania, è veramente un peccato non giocare. Detto ciò la motivazione del nuovo rinvio è ovviamente degna, il Covid non guarda in faccia nessuno e rispettiamo, come è normale che sia, la decisione. Rimane lo scoramento, ma approfitteremo del momento di riposo forzato per ricaricare le batterie, rifiatare qualche giorno in più non fa mai male. La settimana che si sta concludendo è stata veramente intensa, ora la testa sarà inevitabilmente proiettata alla sfida di sabato prossimo in casa della Todis Lido di Ostia, che la scorsa stagione ci ha rifilato una bella scoppola in terra romana». —

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *