Subito i vaccini nelle scuole: lo chiede alla Regione l’associazione Presidi Sardegna – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Le scuole della Sardegna si avviano verso il 100% presenza e i presidi chiedono alla Regione i vaccini per il personale scolastico, tra le categorie più esposte al contagio. Uno sforzo per garantire la presenza dei ragazzi in aula fino alla fine dell’anno.

“Come cittadini della prima regione in zona bianca – ha affermato la presidente dell’Anp Anna Maria Maullu – ci sentiamo orgogliosi della responsabilità che il popolo sardo ha dimostrato nel rispettare le regole anticovid, ma ci preoccupiamo del fatto che le nostre scuole, continuando a ospitare in presenza la totalità degli alunni della fascia 3-14 anni e da lunedì 8 marzo anche il 100% degli studenti della secondaria di II grado, se non si procede subito all’attuazione del piano vaccinale, sono particolarmente esposte al rischio di focolai”.

“Il personale scolastico – si legge nella lettera indirizzata al governatore Christian Solinas e all’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu riportata oggi da Ansa Sardegna – è senza dubbio una delle categorie maggiormente esposte al rischio di contagio, pertanto deve essere considerato prioritario e urgente procedere a una incisiva azione tesa a garantire loro tutta la protezione necessaria, come del resto già avvenuto nella maggior parte delle regioni italiane. Le scuole della Sardegna non possono più aspettare: è arrivato il momento di avviare senza più alcun indugio il piano di vaccinazione, garantendo così la sicurezza e la serenità dei nostri ragazzi e, per il loro tramite della regione intera”.

 

L’articolo Subito i vaccini nelle scuole: lo chiede alla Regione l’associazione Presidi Sardegna proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *