Speranzampetta: la generosità di Elisabetta Canalis per i randagi sardi – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Solo in Sardegna si contano 70mila cani randagi e i canili rifugio in tutta l’isola sono solo 40.

Per questo l’Associazione di volontari animalisti “Speranzampetta” mette a disposizione, da anni, il proprio tempo e la propria energia per occuparsi degli animali abbandonati e cercare di destinarli verso un luogo dove possano essere accuditi, in attesa di una famiglia che li adotti.

Inoltre, Speranzampetta si occupa anche dei gatti randagi, che cura e sterilizza per combattere il randagismo: i felini vivono liberi nelle colonie istituite dal Comune di Bosa, dove l’Associazione, in collaborazione con l’Asl di Oristano, li accudisce.

Anche Elisabetta Canalis ha contribuito, con una generosa donazione, all’iniziativa lanciata su GoFundMe dalla Onlus, che sta raccogliendo fondi per un nuovo rifugio a Bosa, in provincia di Oristano. La raccolta è vicina ai 3mila euro grazie anche alle decine di condivisioni ed è raggiungibile al link Speranzampetta

L’articolo Speranzampetta: la generosità di Elisabetta Canalis per i randagi sardi proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *