Siniscola, sei persone denunciate per furto d’acqua – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SINISCOLA. Sei denunce per furto d’acqua a Siniscola. Abbanoa lo ha fatto sapere attraverso un comunicato stampa in cui sottolinea come le persone scoperte “le avevano escogitate davvero tutte pur di non pagare l’acqua che consumavano: tubi flessibili senza contatori, tubature in polietilene e addirittura collegamenti cementati per evitare che venissero scoperti. Tutto inutile: le verifiche dei tecnici del Servizio ispettivo di Abbanoa hanno individuato questa mattina 24 marzo sei allacci abusivi tra il centro di Siniscola e La Caletta”.

“In un caso _ si legge nella nota _ le verifiche sono state eseguite assieme ai Carabinieri per la constatazione in flagranza del reato, mentre per gli altri si procederà con la denuncia alla Procura della Repubblica per furto aggravato. Tutti gli escamotages utilizzati si sono rivelati inutili. Gli operatori di Abbanoa, anche quando eseguono il regolare giro di letture dei contatori, hanno in dotazione dei tablet con un programma che consente in tempo reale di avere riscontro sulla regolarità del misuratore e sulla corretta installazione tramite le coordinate georeferenziate. Anche un contatore falso, in questo modo, viene individuato immediatamente”.

“I collegamenti abusivi alla rete idrica _ avverte il comunicato stampa _ rappresentano dei veri e propri reati perché sono un furto con l’aggravante della manomissione degli impianti e della sottrazione di un bene pubblico. Spesso si sottovalutano le conseguenze. In tutta la Sardegna sono diverse le condanne già inflitte (multe di oltre 15mila euro) sempre per aver manomesso fraudolentemente la rete idrica pubblica con l’obiettivo di avere acqua in maniera gratuita sulle spalle della collettività”.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *