Sindaci Sardi a Cagliari: “Con le scorie nell’Isola addio turismo”

  • di

Sindaci da tutta la Sardegna a Cagliari per dire no al deposito di scorie nucleari. I primi cittadini hanno indossato la fascia tricolore e hanno partecipato, dopo una lunga fila all’ingresso per la registrazione, all’assemblea promossa dall’Anci alla Fiera di Cagliari per fare il punto della situazione.

Molti di loro sono apparsi spaventati dalla possibilità di dover ricevere le scorie nucleari, ma pronti comunque alla battaglia. La contraddizione generale è che molte delle zone preposte sono a vocazione turistica (senza contare l’agricoltura), un’incongruenza palese davanti all’apertura di un deposito di scorie.

Per molti parla il sindaco di Mandas Umberto Oppus. “Voteremo una mozione speculare a quella approvata dal Consiglio regionale – dichiara – Il nostro non è un no ideologico, ma motivato. Questa assemblea è importante: autonomie regionale e locali insieme per una stessa battaglia”.

Oristano era rappresentata dal Sindaco Andrea Lutzu: “La pericolosità per la salute che quelle scorie comportano, non riguarda solo i comuni inseriti nell’elenco dei siti dove sorgeranno i depositi di stoccaggio. Questo è un tema che riguarda ogni sardo
e che irrompe in un’Isola già messa in ginocchio dall’emergenza sanitaria da Coronavirus. Mai come oggi tutti i sardi sono uniti nella battaglia a difesa della loro terra e del loro diritto alla salute. Nei prossimi giorni tutti i consigli comunali saranno chiamati a dare voce a questo protesta formalizzando con appositi ordini del giorno la ferma contrarietà alle scorie nucleari nell’isola”.

L’articolo Sindaci Sardi a Cagliari: “Con le scorie nell’Isola addio turismo” proviene da ogliastra.vistanet.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *