“Siamo sorelle…”: la meravigliosa poesia in siciliano per la Sardegna piegata dagli incendi – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Sta facendo il giro del web una poesia in lingua siciliana dedicata alla triste situazione che sta vivendo la Sardegna dopo i devastanti incendi divampati nell’oristanese.

Versi firmati da “KK” e pubblicati su Facebook da una donna di Catania, Liliana Gresta, che sanno di solidarietà e vicinanza.

Ecco il testo in siciliano e poi quello della traduzione in italiano:

“Semu soru
macari su distanti.
U munnu dici
ca semu paradisi
A genti veni
po mari, pe biddizzi
po mangiari.
Semu soru
da stissa mattri.
Ma cu frati trarituri.
A vogghia do possessu
disruggi ogni cosa
ca fa di nuatri
terri fertili, coltivazioni,
pastorizia.
E no ci vabbeni a sti frati.
Ma non su frati
Nfrati ti voli bbeni
ti proteggi
no ti risruggi.
Sardinia soru mia
mi chianci u cori
a viriri a to sofferenza
ca nuddu femma.
E penso a quantu voti
a chianciutu tu
quannu la sofferenza
l’anu inflitta ammia.
Forza Sardegna! Ajò!
Cu lu cori a Trinacria è cu tia.
KK”
——————
“Siamo sorelle anche se distanti
Il mondo dice che siamo paradisi,
La gente viene per il mare, per le bellezze, per il mangiare.
Siamo sorelle della stessa madre ma con un fratello traditore con la voglia di possesso.
Distrugge ogni cosa che fa di noi terre fertili, coltivazioni, pastorizia e non ci va bene a questi fratelli.
Ma non sono fratelli… un fratello ti vuole bene, ti protegge e non ti distrugge.
Sardegna sorella mia, mi piange il cuore a vedere la tua sofferenza che nessuno ferma.
E penso a quante volte la sofferenza l’hanno inflitta a me..”

L’articolo “Siamo sorelle…”: la meravigliosa poesia in siciliano per la Sardegna piegata dagli incendi proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *