Scuola, l’intenzione di Draghi: lezioni fino al 30 giugno e assunzione docenti a settembre [Guarda le Offerte della Pescheria]

  • di

Uno dei punti fondamentali del programma di Mario Draghi  riguarderebbe la Scuola.

Il presidente incaricato lo avrebbe ribadito più volte alle delegazioni dei gruppi politici incontrati, a partire da ieri, durante il secondo giro di consultazioni.

L’obiettivo sarebbe quello di rilanciare l’istruzione evitando l’abuso della didattica a distanza e recuperando quanto si è perso in questi mesi tramite una riorganizzazione del calendario scolastico, co gli scolari in aula fino al 30 giugno.

Ci sarebbero novità anche per il prossimo anno. L’idea di Draghi è quella di ripartire nel migliore dei modi a settembre evitando quanto accaduto all’inizio di questo.

Cosa si dovrebbe fare? Innanzitutto investire sulla Scuola, a partire dal corpo docenti con nuove assunzioni, vista la carenza di 10mila insegnanti a inizio anno. Questo per evitare che ci siano classi senza professori assegnati al ritorno in aula.

L’articolo Scuola, l’intenzione di Draghi: lezioni fino al 30 giugno e assunzione docenti a settembre proviene da ogliastra.vistanet.it.

[Guarda le Offerte della Pescheria]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *