Sarule, biblioteche in rete nel segno di Libri Liberi – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SARULE. Libri Liberi, il concorso di lettura che per almeno otto edizioni ha animato la biblioteca comunale di Sarule, da quest’anno diventa del territorio e si estende alle biblioteche dei municipi dell’Unione dei Comuni Barbagia presieduta da Stefania Piras. Su iniziativa dei sarulesi, nello specifico dell’assessorato alla Cultura guidato da Luca Cheri, la proposta di estendere il concorso al territorio è stata accolta con i voti favorevoli di tutti gli otto componenti l’Unione (Oniferi, Sarule, Olzai, Ollolai, Gavoi, Lodine, Ovodda e Tiana).

I rappresentanti comunali hanno immediatamente sposato l’iniziativa che punta a favorire le occasioni di confronto e incontro tra i giovani, sfruttando l’immenso patrimonio librario custodito negli scaffali delle biblioteche.

Nuova linfa quindi per le istituzioni bibliotecarie della Barbagia, che specialmente nell’anno del Covid hanno sofferto particolarmente per l’assenza del via vai di lettori. «È un’iniziativa che va oltre il mero concorso, ma si apre alla nascita e alla crescita di una rete territoriale che deve fondarsi sui nostri giovani – spiega Luca Cheri, assessore alla Cultura del Comune di Sarule –. Quest’anno abbiamo ampliato l’offerta a tutti gli otto comuni e poiché tutte e otto le biblioteche stanno soffrendo per i motivi che conosciamo, ma soprattutto per un costante calo di frequentatori, questo potrebbe essere un modo per renderle ancora una volta il luogo di incontro per i nostri ragazzi. Per quanto riguarda le modalità c’è da dire che il regolamento rimane lo stesso (recensione di un numero minimo di libri tra quelli proposti e possibilità di partecipazione per i giovani dai 14 ai 19 anni, ossia dalla terza media alla quinta superiore). Un’altra novità sarà quella che collaboreremo con l’associazione Liberos (che si occuperà anche della commissione che dovrà valutare le recensioni) e in concomitanza con il concorso ci saranno diversi appuntamenti in tutti gli otto comuni dell’Unione dove si presenteranno i libri».

Oltre al concorso infatti è prevista una fase di animazione culturale che coinvolge tutto il territorio. Un’altra novità riguarda il premio che non sarà solo un viaggio, come nelle edizioni sarulesi, ma è previsto anche un soggiorno-studio di lingua inglese. Il tutto è finanziato dalla Unione dei Comuni. Per ora ci siamo limitati ad annunciare questa importante novità. A lavoro infatti c’è un gruppo composto dagli otto referenti che sta predisponendo le modalità con cui sarà portata avanti l’iniziativa. E una volta che si sarà definito il tutto, verranno pubblicati regolamento e modalità di iscrizione».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *