Sardegna, dimenticati i “fasti” del 1°marzo: Isola da zona bianca a rossa in poco più di un mese – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Da zona bianca a zona rossa in poco più di un mese. La Sardegna, suo malgrado, sembra diventare un esempio di “caducità” per tutti. In poco più di un mese infatti tutto può cambiare e così è successo all’Isola. E da lunedì 12 aprile si richiude tutto.

Era il 1° marzo, infatti, e sempre di lunedì, quando la Sardegna aveva conquistato la tanto agognata zona bianca. Una riapertura generale che tutti ricordano: locali e bar operativi sino alle 23, coprifuoco slittato, e in generale il sapore di una libertà quasi totale finalmente ritrovato. Una vittoria e una speranza per tutti, in primis per chi era rimasto chiuso per lunghi mesi.

In una ventina di giorni, la stessa Isola è passata in arancione, con le note restrizioni e la paura degli arrivi dalla Penisola. Sardegna blindata e chiusa, dunque, anche nella Pasqua 2021.

Ieri, infine, la condanna dell’indice Rt, rilevato dal monitoraggio Iss-ministero della Salute. 1,54, il più alto d’Italia e ben al di sopra della soglia di 1,25, e così è stata inevitabile la zona rossa.

L’articolo Sardegna, dimenticati i “fasti” del 1°marzo: Isola da zona bianca a rossa in poco più di un mese proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *