Sardegna, 160 chili di marijuana in un’azienda agricola: un arresto – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Nella tarda mattinata di ieri personale della locale Squadra Mobile della Questura di Oristano, nell’ambito di attività di indagine mirata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze di stupefacenti, ha effettuato una grossa operazione di polizia che ha consentito un maxi sequestro di marijuana pronta per essere immessa nel mercato oristanese.

E’ stato sequestrato oltre un quintale e mezzo di stupefacente suddiviso in trenta sacchi stracolmi di marijuana già sbocciolata e ripulita degli scarti (110 kg), e ulteriori 4 mega sacchi contenenti gli arbusti dello stesso stupefacente ancora da privare delle infiorescenze (50 kg).

Quanto sequestrato dagli agenti è il frutto di una grossa piantagione di canapa indiana illegale già estirpata, essiccata e lavorata.

Tutto lo stupefacente era occultato all’interno di una azienda agricola presente nell’agro di Marrubiu, all’interno di alcune abitazioni, adibite ad hoc per l’essicazione, la lavorazione e il successivo stoccaggio dello stupefacente.

A custodire il tutto vi era il proprietario dell’ovile un incensurato classe 1989 residente a Marrubiu, il quale è stato sorpreso dagli agenti di prima mattina mentre si accingeva ad accudire le pecore.

In un primo momento il giovane, riconoscendo gli agenti e per evitare la successiva perquisizione, aveva consegnato loro un sacchetto termosaldato contenente 100 grammi di marijuana. Questo non ha però impedito il proseguo delle perquisizioni e il maxi sequestro dello stupefacente.

Il giovane è stato quindi arrestato tratto in arrestato.

Immessa nel mercato la marijuana sequestrata avrebbe fruttato oltre 500.000 euro.

L’articolo Sardegna, 160 chili di marijuana in un’azienda agricola: un arresto proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *