Risolto il problema dei lampioni restano i marciapiedi dissestati

NUORO. Via Isonzo da mesi era senza illuminazione pubblica e il problema aveva sollevato le proteste di diversi cittadini. Ma alla fine, evidentemente, le segnalazioni, almeno su questo fronte, sono servite perché la luce ieri è tornata. Anche se rimane il problema dei “crateri” nella strada e i marciapiedi dissestati. Quanto alla questione della luce erano stati gli stessi residenti della centralissima via del quartiere di Nugoro nobu a segnalare la pericolosità della principale e più popolosa traversa di via Trieste sulla quale sono ubicati diversi grandi condomini e alcune attività commerciali. “I lampioni sono spenti da tantissimo tempo – raccontavano nei giorni scorsi alcuni residenti di via Isonzo – e questo non può che costituire un pericolo per noi che ci abitiamo soprattutto se si considera la alta percentuale di anziani che, brancolando letteralmente nel buio, rischiano di cadere e di essere soggetti a ogni sorta di infortunio». Poi, tuttavia, almeno il problema dell’illuminazione, in via Isonzo è stato risolto. Ma permane quello del mano stradale dissestato, idem per i marciapiedi. «Sono diverse le buche sull’asfalto ma ancora di più le crepe sui marciapiedi– spiega ancora il gruppo di cittadini – oltre a un importante dislivello tra le due superfici in questione a causa di vere voragini: è pericoloso per gli anziani che hanno difficoltà motorie ma anche per chi durante l’arco della giornata torna a casa con le buste della spesa». (a.me.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *