Rete colabrodo a Siniscola, critiche ad Abbanoa – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SINISCOLA. Continuano le segnalazioni ed i gravi disagi causati dalle perdite idriche nella rete di Siniscola e soprattutto nel centro storico dove in più punti, a causa delle falle nella condotta, si sono create buche pericolose per il passaggio in auto e soprattutto a piedi . «Il mancato o tempestivo intervento da parte degli operai di Abbanoa – sottolinea la consigliera comunale Caterina Floris – comporta situazioni di pericolo per gli anziani che abitano la parte vecchia della città. Tra gli altri voglio segnalare il caso di via Pola. Parliamo di una strada a soli trenta metri dalla centralissima via Sassari. Qui da ben sette mesi sgorga un vero e proprio fiumiciattolo che poi si diparte nelle vie limitrofe disperdendo centinaia e centinaia di metri cubi di acqua potabile».

Nonostante le numerosi sollecitazione e le lettere raccomandate di una residente che ha la sua abitazione proprio davanti alla perdita, nessuno è intervenuto per aggiustare la perdita. In questi mesi, si sono quindi create pericolose voragini da cui incessantemente sgorga l’acqua. Gli abitanti si sono anche più volte rivolti agli amministratori comunali, ma neanche questo è servito a sbloccare la questione. «Uno spreco di acqua, e un disagio per i residenti che non può più essere tollerato», tuona la Floris. «Prima delle elezioni comunali, si era parlato di un finanziamento di oltre un milione di euro che doveva arrivare per sistemare la rete idrica del centro storico con il rifacimento delle condotte, ma sino ad ora non ci sono conferme sulla progettazione dell’opera ed intanto, l’acqua continua a scorrere per le strade. Abbiamo poi dubbi sulla reale potabilità dell’acqua che arriva nelle case del centro storico», conclude Caterina Floris, «la rete obsoleta avrà sicuramente delle infiltrazioni, chiediamo pertanto che ci si attivi con un punto di prelievo Asl in questa zona per avere la certezza della potabilità dell’acqua».

Minaccia intanto di adire a vie legali il proprietario della casa di fronte alla perdita di via Pola. «Gli eventuali danni causati alla salubrità della mia casa saranno posti a carico del gestore idrico – dice – anche quelli relativi al disagio mio e della mia famiglia. I problemi di questa condotta sono emersi dopo il passaggio della rete del gas ma da allora nessuno è intervenuto malgrado le mie tante mail ad Abbanoa. Ho il timore che le infiltrazioni siano già penetrate in casa e sopratutto, nell’adiacente abitazione storica risalente al 1874 e di prorpietà della mia famiglia. (s.s.)

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *