Quale futuro per le scuole? Interrogazione al sindaco di Suni – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SUNI. Quali sono le prospettive future dei presidi scolastici ancora operativi sull’altopiano della Planargia, che da qualche anno fanno capo all’istituto comprensivo di Bosa. Questa la richiesta e la proposta di discussione, sotto forma di interrogazione, presentata al sindaco di Suni ed al consiglio comunale dal capogruppo di minoranza Pier Tonio Pinna, sostenuta dalla firma dei colleghi di Uniti per Suni.

Torna insomma d’attualità la questione legata ai numeri delle nuove iscrizioni e quindi alla reale possibilità di mantenere operativi i plessi rimasti, cioè quelli dalla scuola dell’infanzia alle medie che si trovano nei comuni di Suni e Tresnuraghes e punto di riferimento per alunni e genitori degli altri paesi della zona. Il problema è capire quali reali possibilità ci siano per gli istituti.

«Siamo venuti a conoscenza di riunioni informali tenutesi nei giorni scorsi sulla tematica riguardante la sorte dei presidi scolastici» spiega Pier Tonio Pinna. Che nella interrogazione riporta l’ipotesi ventilata di un «Gemellaggio con Tresnuraghes, con la divisione fra i paesi degli ordini di istruzione, o il mantenimento in pluriclasse, visti i numeri esigui, di tutte le scuole attualmente presenti».

Secondo Uniti per Suni una riflessione che dovrebbe approdare anche sui banchi del consiglio comunale di Suni «Dove il nostro gruppo potrebbe portare sicuramente idee e proposte. Il mantenimento o il potenziamento di ogni ordine e grado di Istruzione rappresenta uno strumento fondamentale per assicurare la sopravvivenza del territorio e garantirne, per il futuro, la coesione sociale e lo sviluppo» rimarcano i firmatari della interrogazione.

Negli anni emigrazione, spopolamento e denatalità hanno inciso non poco sul numero degli iscritti nelle scuole del territorio, causando la chiusura di diversi plessi scolastici nella zona. (al.fa.)

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *