Protesta per la guerra del latte, in aula ispettore della Digos – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Nuova udienza del processo per il blocco stradale organizzato durante la manifestazione per la protesta del latte, tenutasi al bivio di Lula, il 13 febbraio 2019. Quattro i pastori a giudizio davanti al tribunale collegiale, presieduto da Luisa Rosetti. Si tratta dei siniscolesi Domenico Carta, dei figli Antonio e Manuele, difesi dagli avvocati Giulia Lai, Michele Zuddas, Adriano Sollai e Marcella Cabras, e del lulese Silvio Goddi, difeso dall’avvocato Giuseppe Talanas. Ieri in aula è stato sentito l’unico teste del pm Ireno Satta: un ispettore della Digos che si è occupato della visione delle immagini della manifestazione di due anni fa. Gli avvocati Lai, Sollai, Cabras e Zuddas si sono opposti alla produzione dei video usati dalla Polizia per svolgere le indagini, poiché incerta la provenienza degli autori.

«Si tratta di video frammentati che non hanno registrato l’intero corso della manifestazione, durata per tutta la giornata, con la partecipazione di circa duemila persone» hanno detto i difensori.

Il processo è stato rinviato al 23 febbraio 2022 per sentire i testimoni della difesa. In particolare alcuni sindaci dei paesi limitrofi che avevano partecipato attivamente alla manifestazione per “la guerra del latte” durante la quale sulla Statale 131 c’era stato il blocco temporaneo della circolazione. (k.s.)

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *