Portò un cellulare in carcere a un detenuto: prete agli arresti domiciliari – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Il cappellano del carcere di Alghero è finito agli arresti domiciliari per aver portato un cellulare in carcere a un detenuto.

Come riporta Ansa Sardegna, don Mario Chessa, ex parroco della frazione algherese di Santa Maria La Palma aveva consegnato questo cellulare a un detenuto. Il dispositivo era stato così rintracciato durante la scorsa estate ed erano scattate le indagini della Polizia Penitenziaria.

Sempre secondo le indagini, sulle quali permane il più stretto riserbo da parte degli inquirenti, il sacerdote avrebbe introdotto anche altri oggetti utili ai detenuti.

La curia di Alghero, presieduta da Monsignor Mauro Maria Morfino ha fornito la massima collaborazione nelle indagini.

L’articolo Portò un cellulare in carcere a un detenuto: prete agli arresti domiciliari proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *