Piano per regolarizzare case vacanza e b&b

  • di

SAN TEODORO. Giampiero Boeddu è il nuovo assessore al Commercio e alle Attività produttive del Comune di San Teodoro. Ragioniere, si occupa della gestione di strutture ricettive ed è alla sua prima esperienza politica. «Perché vorrei dare il mio contributo e perché questa è una opportunità importante per ridare slancio al paese. È arrivato il momento del ricambio generazionale che nei paesi vicini è già avvenuto e ora tocca a noi».

«Il commercio rappresenta il cuore pulsante del nostro paese – dice l’assessore Boeddu – e purtroppo la pandemia ha portato un calo del 50% del fatturato perché sono mancati dei mesi importanti e la stagione in definitiva è stata di appena 40 giorni. Inoltre,ci troviamo a riscontrare le medesime problematiche da troppi anni. Uno dei problemi principali è che le attività produttive restano aperte per 4 o 5 mesi. Come amministrazione comunale dobbiamo fare in modo che le attività garantiscano una più lunga apertura, destagionalizzando le offerte e tutelando le attività. Si tratta di un lavoro importante che andrà fatto all’unisono con l’assessorato al Turismo perché si possa arrivare ad una stagione di almeno 8 mesi. Dobbiamo garantire il flusso turistico con la creazione di eventi e manifestazioni, sfruttando non solo il mare ma anche la montagna e la laguna e programmando iniziative legate al turismo enogastronomico, culturale e sportivo. Dobbiamo iniziare dal centro del paese per arrivare alle frazioni dove occorre lavorare sul decoro urbano più che sulla creazione di nuove attività commerciali. Anche le frazioni devono essere pronte ad accogliere il turista».

Una realtà consolidata a San Teodoro è rappresentata dai b&b e dalle case vacanza. «Ufficialmente sono circa 50 i b&b in regola – dice l’assessore – diverso è il discorso relativo alle case vacanza. Pensate che su circa 13mila seconde case soltanto 450 regolarizzano stagionalmente gli affitti. Vero è che non tutti affittano, ma che lo faccia almeno il 50% dei proprietari sembra un numero congruo. Ecco perché è già partita una campagna di sensibilizzazione alla regolarizzazione di b&b e case vacanze. Non abbiamo la pretesa di riuscire a regolarizzare tutti in un anno, ma l’obiettivo da raggiungere è quello di poterne regolarizzare un migliaio l’anno. Il nostro obiettivo è certamente regolarizzare tutte le attività sia di b&b che di case vacanze e questo è un problema di grande importanza per l’economia del nostro paese». Il discorso sulla regolarizzazione di b&b e case vacanza va di pari passo con quello dell’applicazione della tassa di soggiorno. «Abbiamo già iniziato a parlarne – conclude Boeddu – e speriamo di renderla operativa già dal 2021. Dobbiamo stilare un regolamento per l’attuazione. L’idea è quella di differenziarla a seconda del periodo, ma ancora non abbiamo studiato le tariffe da applicare».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *