Perizia psichiatrica per Sini ieri conferimento dell’incarico – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SASSARI. Ieri la Corte d’Assise di Appello di Sassari presieduta dalla giudice Maria Teresa Lupinu, ha conferito l’incarico al perito, il neuropsichiatra Paolo Milia, che dovrà valutare la capacità di intendere e di volere al momento del fatto di Ettore Sini, l’agente penitenziario di 51 anni condannato all’ergastolo per l’omicidio della ex compagna, Romina Meloni e per il tentato omicidio del fidanzato della donna, Gabriele Fois, avvenuto il 31 marzo del 2019. Paolo Milia sulla base dei quesiti proposti dalla Corte, dopo aver esaminato gli atti del fascicolo processuale, ossia: la valutazione psichiatrica del dottor Mario Deriu, il verbale della commissione medica del dipartimento di Medicina legale di Cagliari, e i chiarimenti sulla valutazione psichiatrica dello stesso specialista, dovrà dire se l’imputato fosse affetto da patologie, anche transitorie, ledenti le sue facoltà mentali, o da disturbi di personalità incidenti sulla sua capacità di intendere e di volere all’epoca dei fatti, e in quale misura. In caso di risposta positiva il consulente dovrà stabilire se Sini sia capace di partecipare coscientemente al processo, se sia socialmente pericoloso e, in questo caso, indicare le misure di contenimento idonee.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *