Orotelli, via al recupero delle aree degradate

  • di

OROTELLI. Con l’approvazione da parte della giunta comunale del progetto esecutivo, ha preso il via a Orotelli il piano per il recupero delle aree degradate dall’abbandono dei rifiuti. Per realizzare il progetto il Comune ha ricevuto dalla Regione un finanziamento di settantamila euro nell’ambito del programma regionale finalizzato al risanamento ambientale. L’istanza di finanziamento presentata dall’amministrazione comunale del paese guidata dal sindaco, Nannino Marteddu, era stata ritenuta dalla Regione interamente finanziabile. Ora la giunta, dopo aver dato mandato all’ufficio tecnico di affidare l’incarico per la predisposizione del progetto definitivo e per la direzione dei lavori e del coordinamento per la sicurezza, ha approvato il programma dei lavori individuando anche le zone di intervento.

La convenzione tra il Comune e l’assessorato regionale all’Ambiente, necessaria per l’accreditamento in tempi brevi delle risorse, è già stata sottoscritta per cui il progetto si avvia alla fase d’appalto.

Si prevede che i lavori, una volta affidati all’impresa appaltatrice, possano iniziare entro la prossima primavera. Saranno risanate alcune aree periferiche dove sono stati abbandonati rifiuti ingombranti, inerti, materiale vetroso e plastico.

Un’abitudine, quella dell’abbandono dei rifiuti, mai caduta in disuso, nonostante gli appelli dell’amministrazione comunale e le varie campagne di sensibilizzazione mandate avanti anche dalle scuole e da altri enti pubblici.

Uno scempio ambientale e sanitario al quale verrà posto rimedio con l’intervento di pulizia e il recupero delle diverse frazioni di rifiuti che saranno poi smaltite in discarica. Intanto, per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti urbani, l’amministrazione comunale di Orotelli ha deciso di aderire, già dal prossimo mese di gennaio, al servizio associato gestito dall’Unione dei Comuni della Barbagia. L’adesione al servizio ha validità di un anno. Successivamente, in base ai risultati ottenuti, verrà valutata la possibilità di prorogare il rapporto anche per tutto il periodo successivo, cioè fino all’intera durata dell’appalto.

«In tutti i casi – sottolinea il primo cittadino di Orotelli, Nannino Marteddu – il nuovo appalto non altera di fatto quanto già garantito nelle modalità di esecuzione dal servizio in essere fino al 31 dicembre 2020 e non diverge più di tanto dai costi attualmente sostenuti».

Le aree degradate nel comune di Orotelli saranno un brutto ricordo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *