Oliena, tremila cittadini senza medico di base – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

OLIENA. Una missiva senza speranze. Perché cosi come era successo per le precedenti, l’attenzione di chi doveva averla non c’è stata. Così almeno ritiene il sindaco di Oliena Bastiano Congiu che sull’ormai annosa questione dei medici di base non si arrende, e infatti indirizza la lettera al presidente della Regione, all’assessore alla Sanità per poi raggiungere i senatori e i consiglieri regionali del Nuorese.

«Gentilissimi, mi permetto di scrivere l’ennesima lettera che, salvo gradita smentita, sono certo che non avrà, come le precedenti, alcun riscontro da parte vostra, a parte qualche passaggio mediatico. Nonostante sia stato redatto un documento condiviso dall’intero Consiglio comunale di Oliena, che vi è stato trasmesso e spero qualcuno abbia letto, ancora non sappiamo che risposta devono avere gli oltre 1500 olianesi che dal 31 gennaio 2021 si sono ritrovati senza medico di famiglia, in seguito al pensionamento della dottoressa Giuseppina Sulas», scrive il sindaco.

Alla cessazione dell’attività della dottoressa, seguirà, il 31 maggio prossimo, anche la quiescenza del dottor Pietro Virdis. Si traduce in un altro contingente di 1500 persone che si troverà nella stessa situazione: senza un medico di base. «Ricordo ancora – prosegue Congiu – che a marzo del 2020 è venuto a mancare il dottor Mario Putzu, parzialmente sostituito dall’entrata in servizio della dottoressa Valentina Barracca che ha occupato la sede vacante del 2016».

«So per certo che sono stati pubblicati i bandi per ricoprire le sedi vacanti fino al 2018, mentre ancora non si hanno notizie per quanto concerne quelle relative del 2019 e del 2020. Considerato che è ormai noto che nel paese di Oliena si renderanno vacanti 2 posti relativi al 2021, l’auspicio è che ci si attivi subito a pubblicare i bandi anche per la copertura di queste sedi. In attesa dei tempi necessari a espletare le procedure, è stato anche chiesta l’istituzione di una guardia medica h24 che possa dare assistenza a tutti coloro che ne hanno necessità, ma anche in questo caso non c’è stato alcun riscontro». Congiu sottolinea di aver ricevuto diverse chiamate da parte di medici che sarebbero disponibili a prestare servizio a Oliena, che però pare debbano aspettare il normale iter procedurale. Ma in un momento di emergenza sanitaria evidente come quella attuale, «non si capisce come mai non si decida di agire in modo da snellire il processo e risolvere la situazione in modo immediato», dice ancora il sindaco. La conclusione è amara: «Senza alcuna speranza in un vostro immediato riscontro, colgo ancora una volta l’occasione per porgervi i saluti anche da parte dei cittadini di Oliena».

©RIPRODUZIONE RISERVATA . – Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *