Ogliastra Informa vince un progetto che apre le porte della Casa di Ilbono a 13 comuni – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Una casa per diventare indipendenti, una casa delle opportunità. Sono tredici i comuni ogliastrini che, grazie al progetto vinto da Famiglie Informa, possono offrire l’opportunità alle persone con disabilità intellettive del loro territorio di partecipare a percorsi gratuiti di potenziamento delle autonomie. La location sarà la casa (via Roma 1, Ilbono) dove dal primo marzo 2021 è stato avviato il progetto Vivere a colori, utile quest’ultimo a sviluppare:

– percorsi di accompagnamento alla vita indipendente per persone con disabilità intellettive (rafforzare quindi le autonomie che servono alla persona per vivere in modo adulto e indipendente);

– di sostegno alle famiglie, per un percorso di consapevolezza che accompagni l’intero nucleo a scelte di vita adulta;

– di sensibilizzazione della comunità al diritto alla vita indipendente;

I comuni che hanno aderito e che quindi ora avranno accesso ai servizi sono: Bari Sardo, Baunei, Cardedu, Elini, Girasole, Jerzu, Lanusei, Loceri, Lotzorai, Tertenia, Tortolì, Ulassai e Villagrande. L’esito positivo del progetto (comunicato in data 9 agosto 2021) concede a tutti i 13 comuni beneficiari l’opportunità di inserire – senza oneri – le persone con disabilità intellettive del territorio tra i fruitori delle attività proposte nella casa di Famiglie Informa.

“L’utilità è doppia – spiega Rita Concu, 54 anni, presidente dell’associazione – è un progetto necessario ai comuni, affinché possano offrire un servizio alle famiglie e sperimentare nuove realtà, avendo quindi accesso a nuove opportunità; utile poi alle persone con disabilità ogliastrine, affinché possano prendere parte a un percorso che ha come obiettivo valorizzare la persona e rafforzare quelle autonomie e abilità che servono alla persona adulta in quanto tale. Spesso a conclusione del percorso scolastico mancano occasioni che continuino a garantire formazione, educazione e soprattutto socializzazione: diventare grandi senza delle opportunità che ci permettano di crescere è difficile, e l’utilità del progetto sta proprio in questo, nel fornire a comuni, famiglie e singoli occasioni per poter vivere e crescere continuando a far parte attivamente della propria comunità, come cittadini e cittadine attive”.

Il progetto (unico in Ogliastra, secondo a livello regionale) è finanziato dall’Assessorato regionale a Igiene, Sanità e Assistenza Sociale. Partner è Ogliastra Informa, sorella maggiore di Famiglie Informa, in quanto l’associazione di volontariato è custode dell’esperienza nei percorsi di vita autonoma portati avanti dal 2007, soprattutto attraverso i laboratori di autonomia domestica. “Siamo entusiasti della fiducia che ha spinto ben tredici delle nostre meravigliose comunità ogliastrine ad aderire spassionatamente al progetto” dichiara Concu, che prosegue: “sarà un’importante occasione di scambio con i comuni, nonché un modo per conoscere nuove famiglie, o per arrivare a quelle persone che da sempre ci seguono ma che per vari motivi non hanno mai preso parte alle nostre attività”.

Il trasporto incluso abbatterà i limiti territoriali che, negli anni di lavoro di Ogliastra Informa, sono stati riscontrati: il pulmino tappezzato di cuori rossi viaggerà per tutti i comuni che hanno aderito al progetto, garantendo quindi un ulteriore servizio utile. “La famiglia si allarga – conclude Concu – e noi non possiamo che esserne più che felici”.

L’articolo Ogliastra Informa vince un progetto che apre le porte della Casa di Ilbono a 13 comuni proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *