Nuovi orizzonti per l’Its: l’istituto partner dell’Enas – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

MACOMER. Anche l’Ente acque della Sardegna è diventato partner dell’Its. Grazie alla sottoscrizione dell’accordo quadro con l’organismo pubblico della Regione che gestisce il sistema idrico multisettoriale dell’isola, l’offerta formativa della Fondazione, con sede centrale a Macomer, si è arricchita. «Parliamo nello specifico dell’Energy plant manager. Si tratta – sottolinea il presidente Sergio Masia –, del corso Tecnico superiore per l’approvvigionamento energetico e la costruzione di impianti 4.0. Un percorso basato su tre elementi fondanti: sostenibilità energetica, sviluppo sostenibile e innovazione tecnologica. L’intesa siglata recentemente garantirà ai giovani diplomati una formazione avanzata e una conoscenza approfondita delle materie oggetto di studio».

Come detto, l’Enas esercita una funzione di controllo sulla struttura idrica ma si occupa anche di supervisionare la progettazione, la realizzazione, la manutenzione dei relativi impianti elettrici delle opere nonché del monitoraggio qualitativo dei corpi idrici direttamente gestiti. L’ente ha inoltre competenza sugli impianti di produzione di energia e pompaggio. Suo il compito di effettuare controlli sistematici e riparazioni specialistiche di natura elettrica ed elettromeccanica, a garanzia della corretta efficienza dell’intera rete. Da qui la volontà di attivare l’Energy plant manager.

Il corso si svolgerà nello stabile dell’Its Efficienza energetica Sardegna, in via Milano. 1800 le ore totali: 900 da destinare all’attività d’aula, che nel rispetto delle misure anti-Covid si dovrà svolgere in regime di formazione a distanza, e altrettante di tirocinio da effettuarsi nei laboratori dell’Enas e di altri soggetti pubblici o privati a questa collegati.

«La domanda di selezione – precisa il presidente, Sergio Masia –, è rivolta a giovani e meno giovani, in possesso di un diploma di istruzione di scuola secondaria di secondo grado, desiderosi di formarsi in uno dei settori più promettenti per il futuro. Quello dell’energia è alla costante ricerca di personale qualificato. Il 94 per cento dei ragazzi e delle ragazze che terminano i nostri percorsi di studio trovano occupazione proprio nel campo in cui si sono specializzati. La percentuale di chi uscendo dal nostro istituto trova lavoro in tempi rapidi è infatti dell’83».

«La mia – sottolinea il presidente dell’istituto tecnico superiore, Sergio Masia, – vuol essere un’esortazione a cogliere questa opportunità. Ci sono ancora una decina di posti liberi e poi il corso sarà al completo».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *