Museo Man, 70 candidati al ruolo di conservatore – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Settanta domande sono arrivate in Provincia per partecipare al concorso per un posto di “funzionario conservatore” al museo Man. Di queste, sei sono state escluse per la mancanza dei titoli richiesti, e dunque sono 64 coloro che si contenderanno, attraverso le prove scritte e orali che ora seguiranno, l’assunzione al museo d’arte contemporanea di Nuoro. Le donne sono in maggioranza: oltre due terzi dei candidati, visto che quelli di sesso maschile sono appena 20. C’è un’altra novità che riguarda l’organico del Man, ed è il bando di concorso riservato per la figura di un funzionario amministrativo che si dedicherà esclusivamente al museo.

Il potenziamento dell’organico era stato annunciato nei mesi scorsi dal commissario straordinario della Provincia Costantino Tidu. Particolare importanza riveste la figura del conservatore. Per partecipare al concorso, oltre che essere in possesso dei comuni requisiti richiesti da un bando per un lavoro in un ente pubblico, era necessario avere conoscenza della lingua inglese e degli strumenti informatici. Potevano partecipare coloro in possesso di Laurea breve o Diploma di Laurea in Conservazione dei beni culturali o in lettere oppure titolo di studio dichiarato per legge equipollente appartenente alla classe delle lauree specialistiche LS12 in conservazione e restauro del patrimonio storico-artistico, ovvero LS95 in storia dell’arte del nuovo ordinamento. Dopo la preselezione, ora le prove di esame consisteranno in una prova scritta teorico-dottrinale, in una prova scritta pratico-attitudinale e in una prova orale.

Per la valutazione di ciascuna prova ogni componente della Commissione dispone di un massimo di dieci punti ed il punteggio attribuito ai concorrenti sarà espresso in trentesimi. Le singole prove di esame si considereranno superate dai concorrenti che avranno ottenuto una votazione di almeno 21/30. La prova orale consisterà in un colloquio, valutabile con il punteggio massimo di punti 30/30 e si intende superata con una votazione di almeno 21/30. Le prove concorsuali potranno essere effettuate anche da remoto.

Il funzionario presumibilmente avrà il compito di gestire, catalogare e valorizzare la collezione permanente del museo di via Satta, che al momento consta di circa ottocento opere. Il posto di conservatore è a tempo indeterminato e la paga iniziale è di ventiduemila euro lordi l’anno. (p.me.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA. – Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *