Mobbing in reparto, i testi: «Pittalis svolgeva solo elettromiografie» – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Si è tenuta una nuova udienza del processo davanti al tribunale collegiale (presidente Luisa Rosetti, a latere Alessandra Ponti e Claudia Falchi Delitala) che vede imputata Anna Ticca, ex primario del reparto di Neurologia del San Francesco (difesa dall’avvocato Pietro Sanna), accusata di abuso d’ufficio e maltrattamenti nei confronti di Gavino Pittalis (parte civile con l’avvocato Diego Mastromarino). Ieri sono stati sentiti due testi della difesa: il dirigente medico Rosario Rossi, e l’infermiera Orsola Porcu che avevano lavorato nel reparto di Neurologia, diretto prima dal dottor Murgia, e dal 2010 dalla dottoressa Ticca. «All’interno del reparto avevamo normali rapporti di lavoro – ha detto il dirigente medico – ma non ricordo se all’interno dell’Unità operativa si organizzasse attività di formazione. Molto raramente si svolgevano delle riunioni. Conosco Gavino Pittalis perché lavoravamo nello stesso piano in cui lavoro io. Lui, in un primo momento, nel 1993 faceva parte dell’èquipe fisiatrica, poi, successivamente si era occupato di elettromiografia sia sotto il primariato del dottor Murgia, sia con la Ticca. Lui svolgeva attività in una stanza, all’interno del suo ambulatorio. Non ricordo di averlo mai visto operare nell’attività del reparto – ha aggiunto il teste – né partecipare ad attività di formazione interne alla struttura. Ricordo, però, che lui organizzava degli incontri e convegni all’esterno della struttura». È seguita poi la deposizione dell’infermiera che aveva svolto l’attività nel laboratorio di Neurologia dopo anni trascorsi in corsia. «Il dottor Pittalis si occupava solo di elettromiografia ma non svolgeva attività di reparto in Neurologia».

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.