«Ma Forza Italia non ha mai interferito» – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SINISCOLA. Continuano a volare gli stracci nel post elezioni. Dopo le polemiche interne al Partito democratico, interviene anche il coordinamento regionale di Forza Italia Sardegna. «Non abbiamo partecipato alla competizione elettorale di Siniscola, e tanto meno interferito nelle dinamiche di formazione di nessuna delle liste, lasciando ai cittadini ampia libertà di scelta» dice il coordinatore regionale di FIS Ugo Cappellacci. «In campo erano tutte dichiaratamente liste di connotazione civica. Non è nostra abitudine interferire, né prima, né durante una campagna elettorale espressamente civica e, ancor di più dopo, quando i cittadini si sono chiaramente espressi scegliendo democraticamente l’amministrazione che li dovrà guidare nei prossimi anni. Quando questo avviene, lo fa in “punta di piedi”, a volto scoperto e a monte di una chiara, e soprattutto pubblica, richiesta di collaborazione o alleanza elettorale. Pertanto, smentiamo energicamente che Forza Italia Sardegna abbia espresso la candidata a sindaco di una delle liste in campo, ma prescindendo dalla polemica in atto all’interno del Partito democratico, non possiamo comunque che giudicare positivamente il fatto che nella competizione siniscolese abbiano concorso persone che, pur non avendo vinto lo scranno principale, si siano prodigate e spese in prima persona per il bene della comunità. Cittadini di riconosciuta serietà professionale e personale che, se lo vorranno – conclude Ugo Cappellacci – siamo pronti e felici di accogliere a braccia aperte nelle file di Forza Italia Sardegna».

Le polemiche all’interno del Pd si sono aperte tra la sezione locale presieduta da Monica Murgia e la segreteria provinciale guidata dal sindaco di Bitti Giuseppe Ciccolini. Oggetto del contendere, la discesa in campo (e susseguente elezione) del membro della segretaria provinciale Marco Carta nella lista Orgoglio Siniscola che ha portato alla rielezione del sindaco Gian Luigi Farris. La sezione locale si era invece schierata nel raggruppamento La Siniscola che Vorrei di Anna Grazia Pau, seconda arrivata con 271 voti di distacco. In questa lista su quattro espone del Pd è entrato in consiglio l’ex sindaco Lorenzo Pau che ha anche fatto il pieno di preferenze risultando il piu votato in assoluto. Ora il Pd ha due esponenti in consiglio, uno in maggioranza e uno all’opposizione. Sarà interessante ora vedere gli sviluppi della vicenda nel primo consiglio comunale che Farris convocherà la settimana entrante dove dovrebbe anche essere nominata la nuova giunta.

Intanto il circolo Pd di Siniscola si dice veramente stupito delle affermazione del segretario Ciccolini che secondo gli iscritti baroniesi «fa finta di non sapere e mente spudoratamente sullo svolgimento delle elezioni comunali». «Il circolo ha regolarmente rispettato le procedure di coinvolgimento degli iscritti – dice la segretaria locale Monica Murgia – riunioni a cui i suoi adepti hanno partecipato solo in parte e più volte sollecitati hanno ripetutamente e volutamente disertato gli incontri. È veramente ridicolo – prosegue – che Ciccolini affermi che il circolo di Siniscola non ha rispettato le indicazioni della direzione provinciale in quanto ci si è presentati con una lista civica di centrosinistra aperta agli indipendenti come lo è la candidata sindaco Graziella Pau che non risulta iscritta ad alcun partito. Altrettanto ridicolo – prosegue – affermare che la lista di Farris non vanti l’appoggio di Lega e Fratelli d’Italia, ma la cosa più grave – dice ancora Murgia – è che Ciccolini chiamato dalla segretaria la quale rappresentava il timore di alcune iniziative personali tendenti a destra (vedi Marco Carta) e ha dato rassicurazioni affermando che si trattava di pettegolezzi e ha invece esortato il partito ad andare avanti nella creazione di una lista di centrosinistra». La stessa Murgia avrebbe contattato anche Carta per chiedergli se vi fosse la volontà di qualche componente del Pd di candidarsi avendone per risposta che per questa tornata elettorale si preferiva rimanere in disparte.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *