Lula capitale della poesia conquista anche i giovani – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

LULA. La giornata di premiazione dei vincitori del concorso di poesia “Lùvula ti canto” e del concorso fotografico “Màzines de poesia” ha registrato, come sempre, la presenza di un pubblico attento di cultori e amanti della poesia in limba. Oltre la passerella dei premiati, in prima fila le scolaresche, non poteva mancare s’ammentu di Paolo Pillonca, che sino all’ultima edizione aveva presieduto la giuria. L’assessore comunale alla Pubblica istruzione Pietro Pittalis, che ha coordinato i lavori, ha portato i saluti del sindaco Mario Calia, assente per motivi di salute, e ribadito l’importanza maturata negli anni del Concorso, auspice, appunto, anche Paolo Pillonca. S’Ammentu del poeta, scrittore e giornalista è stato sviluppato, nel suo articolato intervento, da Maria Cristina Serra puntualizzando, con passione e commozione, “su faeddu” di Paolo: «Ha fatto la differenza nella poesia e nel giornalismo». Il giornalista della Nuova Sardegna Luciano Piras, ospite d’onore, ha disquisito sul dibattito in atto sull’attuale stato di salute della poesia sarda, asserendo che «la poesia è viva e molto prolifica, ogni paese vanta almeno un proprio poeta». Lo ha potuto constatare soprattutto attraverso il suo blog @ddurudduru. Franco Siddi, pràticu de comunicatzione, ha a sua volta ricordato Paolo Pillonca e rimarcato il valore di iniziative come il premio di Lula. Professore di Filologia romanza dell’Università di Sassari, Dino Manca ha posto l’accento sull’assenza del Premio Nobel Grazia Deledda dalla storia letteraria. Una lacuna da colmare. Ci vogliono sistemi formativi e informativi. La scuola deve farlo, la scuola delle Autonomie deve farlo. L’Università di Sassari ha inserito un corso specifico recuperando fra gli altri oltre Grazia Deledda e Salvatore Satta, anche Antonino Mura Ena e Pubblio Dui di Lula. Poi via all’assegnazione dei premi e lettura delle poesie dei premiati da parte degli interessati, mannos e minores, e di membri della giuria sollecitati dalla biblitecaria Maria Teresa Rosu, benemerita dell’iniziativa sin dalle prime edizioni, da poco in pensione, che ha letto un suo testo, anche lei mettendo in risalto la figura di Pillonca. Molto applaudita anche la poesia “Sos innestadores” del lulese Antonio Porcu, nella quale inneggia, gratificato dagli applausi, al lavoro praticato da un gruppo di volontari nei perastri delle strade al paese. Ognuno dei premiati ha letto i testi proposti, e via ad ammirare le fotografie ispirate alle poesie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *