L’Ogliastra pensa alla seconda fase dello screening prevista per 11 e 12 gennaio: ecco come sarà il test

  • di

Il progetto di screening improntato dalla Regione Sardegna in collaborazione con il virologo Andrea Crisanti prevede, come illustrato, due fasi.

La prima si è conclusa il 5 gennaio con la somministrazione dei tamponi rapidi “nasali” alla comunità ogliastrina nell’arco di due giorni.  La seconda si concretizzerà lunedì 11 e martedì 12 gennaio.

Il professor Crisanti, che lunedì sarà in Ogliastra, lo spiegherà nei particolari.  A quel punto il progetto potrà dirsi concluso.

Lunedì e martedì prossimi saranno somministrati dei tamponi rapidi molto diversi. Molto meno invasivi, saranno dei tamponi “rino-faringei” e non nasali. Molto più sottili e che procureranno al massimo “un fastidio”. Saranno esaminati con la tecnica del “tampone in immunofluorescenza”.

Tutti coloro che hanno eseguito il tampone in questa “due giorni” dovranno ripeterlo, appunto, nella giornata di lunedì e martedì, 11 e 12 gennaio.

«Finora a prova di civiltà, responsabilità, maturità e altruismo è stata semplicemente encomiabile. Ma non lasciamo il lavoro a metà! Facciamo un ultimo sforzo che, unito al mantenimento di comportamenti irreprensibili, ci permetterà di guardare ai prossimi mesi con più serenità» ha commentato il sindaco di Jerzu Carlo Lai, soddisfatto, come altri primi cittadini d’Ogliastra, della risposta della popolazione allo screening di massa.

L’articolo L’Ogliastra pensa alla seconda fase dello screening prevista per 11 e 12 gennaio: ecco come sarà il test proviene da ogliastra.vistanet.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *