L’Ogliastra la più virtuosa: ora si passa ai soggetti fragili – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

LANUSEI. Piccola ma virtuosa, l’Ogliastra, grazie alla collaborazione tra Assl di Lanusei e amministratori comunali, è riuscita nell’impresa di vaccinare tutti i suoi ultraottantenni e ora si accinge a vaccinare i soggetti fragili. Una riunione ristretta, convocata ieri mattina tra Davide Burchi, Massimo Cannas e Carlo Lai, sindaci dei tre hub vaccinali (Lanusei, Tortolì e Jerzu), Ivan Mameli primo cittadino di Bari Sardo dove ha sede l’Usca, e i vertici Assl, è servita a definire gran parte dei dettagli della campagna vaccinale che riguarderà le secondi dosi ai più anziani e le prime alle persone con gravi patologie.

«Questa settimana sono in arrivo 1500 Pfizer, di questi – dice il primo cittadino di Lanusei, Davide Burchi – 1000 sono destinati ai richiami per gli anziani che riceveranno la seconda dose nei tre hub già utilizzati per le prime dosi e, laddove non possibile, nei paesi di residenza». In questi giorni alcune centinaia di soggetti fragili sono già stati vaccinati a Lanusei con i residui delle dosi destinate ai nonnini ma a breve la campagna sarà sistematica. Sono 16mila le persone con patologie certificate dal codice dell’esenzione: la priorità verrà stabilita dalla responsabile delle vaccinazioni, la dottoressa dell’Igiene pubblica Tonina Mulas, di concerto con i medici di famiglia che dovranno individuare i fragili tra i fragili che verranno vaccinati in collaborazione con l’Usca. «Il costante confronto tra sindaci e azienda sta producendo risultati che collocano l’Ogliastra tutta molto più avanti della media regionale, al pari delle regioni più virtuoso. Massima attenzione è rivolata alle persone allettate e ai caregiver che verranno vaccinati grazie alla collaborazione tra Asl, Usca, Adi e medici di base, alcuni dei quali hanno deciso di somministrare il siero», è il commento di Carlo Lai, sindaco di Jerzu.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *