L’obiettivo del Comune: presidio stabile di Forestas – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

TORTOLÌ. Cinque punti all’ordine del giorno, che erano stati richiesti dall’opposizione, e due ore di dibattito in videoconferenza: questi i numeri dell’ultimo consiglio comunale. La seduta è iniziata con la discussione sullo stato d’attuazione del Puc, che venne approvato nel marzo 2019. Il sindaco Massimo Cannas ha dato chiarimenti sul tema. «Il Puc – ha precisato – è e in fase di applicazione nell’ufficio Urbanistica ed edilizia del Comune. È stato oggetto di 15 consigli comunali dove sono state approvate altrettante delibere con varianti migliorative per le attività». Ha anche spiegato che tra il 2019 e il 2020 sono stati rilasciati circa 900 atti amministrativi urbanistici di diversa natura: «Sei i piani attuativi urbanistici in lavorazione da parte dell’ufficio pianificazione: tre nelle zone C (edificabile) e tre nelle zone F (turistiche)».

Si è discusso anche sul tema ambiente e Forestas. L’assessore all’Ambiente, Walter Cattari ha fatto un breve excursus della situazione sottolineando che il Comune collabora da oltre un decennio anni con Forestas. «È presente – ha detto – un presidio estivo nel parco La Sughereta che porta avanti vari progetti per la valorizzazione del territorio e di antincendio». Sul tema è stata presentata una mozione dal consigliere di minoranza Marcello Ladu, votata all’unanimità. Gran parte dei punti in oggetto ricalcavano, infatti, attività già svolte o in esecuzione da parte della maggioranza, come documentato dalla delibera di consiglio comunale del 27 aprile 2020.

«Il Comune – è stato detto – ha presentato un progetto per l’istituzione del presidio permanente Forestas e la concessione di 130 ettari per la cura, sorveglianza, manutenzione e valorizzazione di alcune aree». Sono stati dati chiarimenti anche sullo screening di massa anticovid su base volontaria ai cittadini. L’assessora Emanuela Laconca ha sintetizzato le varie attività effettuate dal settembre 2020.

L’esecutivo ha rimarcato «che è stato sottoposto a tampone circa il 4 per cento della comunità (le scuole, il Comune, e anche alcuni comparti lavorativi) dove si erano presentate situazioni a rischi; a dicembre sono stati effettuati circa 500 tamponi alla popolazione scolastica degli Istituto comprensivi I e II. «A gennaio con “Sardi e sicuri” sono stati testati oltre 10.400 cittadini. A febbraio oltre 1.550 tamponi negli istituti scolastici superiori. Nel mese di marzo si è partiti con le vaccinazioni agli over 80».

Si è discusso anche dei diversi problemi del quartiere Is Tanas e di alcuni reliquati che costeggiano il viale monsignor Virgilio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *