Liquami nel porto di Arbatax: indagati 4 dipendenti di Abbanoa – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Quattro dipendenti di Abbanoa, tra dirigenti e funzionari, sono indagati dalla Procura di Lanusei per concorso in danneggiamento e interruzione di pubblico servizio, per condotte che hanno deteriorato, reso in tutto o in parte inservibili gli impianti del depuratore del Comune di Tortolì, gestito dal Consorzio Industriale Provinciale Ogliastra, che a fronte dei controlli sulla qualità delle acque ha ricevuto una sanzione amministrativa per superamento dei limiti di escherichia coli, 10 volte di più dei parametri di legge.

Come riporta ANSA, i quattro hanno ricevuto un avviso di conclusione indagini nell’ambito dell’inchiesta “Dirty Water” condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dal Pm di Lanusei Gualtiero Battisti per lo “sversamento illegale di liquami fognari all’interno del porto di Arbatax che, da diversi anni, contaminava l’ambiente marino circostante”.

L’indagine, a cui hanno partecipato anche gli uomini della stazione Forestale e di Vigilanza Ambientale di Tortolì e del Corpo Forestale è durata circa due anni. I fatti di rilievo penale riguardano un’attività di allaccio abusivo della rete fognaria gestita dall’ente idrico, alla rete fognaria gestita dal Consorzio Industriale Provinciale dell’Ogliastra “da cui sono derivati plurimi danneggiamenti dell’impianto di depurazione e frequenti situazioni di malfunzionamento dell’impianto”.

L’articolo Liquami nel porto di Arbatax: indagati 4 dipendenti di Abbanoa proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *