L’illustratore e fumettista con l’Ortobene nel cuore

  • di

NUORO. L’ultimo suo lavoro, il “Manuale intergalattico di geologia della Sardegna” appena approdato anche a Nuoro, e curato insieme all’amico geologo Luigi Sanciu, ha un nome che richiama la fantascienza ma che allo stesso tempo, poggia in modo ben saldo le sue radici sui graniti del monte Ortobene. Perché in fondo, quando prende la matita o la china, Antonello Angheleddu, un pezzo della sua Nuoro la nasconde sempre, tra le pagine, le creazioni grafiche, i fumetti che tratteggia, ripassa, progetta. Trentanove anni, sguardo perenne da ragazzo curioso, infanzia e giovinezza trascorse a scorrazzare nei cortili di via Lombardia, nella zona del Sacro Cuore. E poi gli studi all’Istituto d’arte, e subito dopo quelli all’Accademia di Belle arti di Firenze, dove si laurea in pittura e si diploma anche al corso triennale di fumetto nella celebre scuola internazionale di comics.

Antonello Angheleddu, insomma, le sue passioni per il disegno e le arti grafiche non le ha lasciate allo stadio amatoriale, ma ha da subito deciso di affinarle con lo studio e la conoscenza. E le ha messe alla prova a cominciare dalla sua esperienza toscana che gli è valsa pure il primo premio, nel 2006, al concorso nazionale Comics Wave di Arezzo. «In Toscana – spiega – lavoravo nell’ambito dell’animazione e dei cartoon. A Firenze ho imparato davvero tantissimo, ma la Sardegna e Nuoro erano sempre nel mio cuore. Così quando ho ricevuto una proposta di lavoro a Cagliari sono tornato nell’isola e alla fine sono riuscito ad aprire uno studio grafico tutto mio». Il resto è storia degli ultimi anni: la nascita e il decollo del BoneStudio che progetta e si occupa di arte, illustrazione, fumetto ma anche design grafico e pubblicitario, editoria e mostre. E negli anni, Antonello Angheleddu, e il suo team affiato del BoneStudio hanno curato tante campagne promozionali, visive e allestimenti per attività commerciali ma anche per musei. Come il Geomuseo di Masullas o il museo di storia naturale di Aquilegia. O ancora ha curato la progettazione grafica dei pannelli e dei fondali didattici per la mostra itinerante “Nuragica” che tanto successo hanno avuto. «Faccio il lavoro che ho sempre sognato di fare – racconta Antonello Angheleddu – sono un illustratore e lavoro con una bella quadra di professionisti che sono anche miei amici. Ma Nuoro, e in particolare il monte Ortobene e alcuni scorci del centro, li porto sempre nel cuore. E sì, spessp, forse anche senza pensarci, li infilo anche nei miei lavori. Perché fanno parte di me».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *