Liberu boccia l’adesione ad “Amici della famiglia” – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. La Setzione Paschedda Zau di Liberu boccia l’adesione del Comune di Nuoro al network “Amici della famiglia”. «Network animato da associazioni con posizioni antiabortiste e contrarie alle unioni omosessuali, che insistono a ripresentarsi celate sotto le più disparate forme e a tentare di estendere la loro influenza anche alle amministrazioni comunali» sottolinea Giuseppe Dedola, segretario cittadino della sezione di Liberu, che presenterà «un’interrogazione tramite il suo referente in consiglio comunale, Francesco Guccini, per avere delucidazioni dal sindaco Andrea Soddu e dall’assessora alle Politiche sociali Fausta Moroni. «Dietro la facciata di generico invito al sostegno alle famiglie c’è però un’associazione attivamente impegnata, anche attraverso le sue pagine social, nelle cosiddette “campagne pro vita”, ovvero nel tentativo di limitare e/o negare il diritto all’aborto stabilito dalla legge 194». «E c’è di più. Lo Statuto di questa associazione all’articolo 1, comma 1, recita: “Si considerano componenti la famiglia: i genitori, considerati come coppia eterosessuale unita da vincolo di matrimonio civile e/o religioso» chiude Dedola.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *