«L’Emodinamica a rischio la chiusura è imminente» – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Un’eccellenza ospedaliera smontata pezzo dopo pezzo. È questa l’impietosa fine di uno dei fiori all’occhiello del San Francesco raccontata, con dovizia di particolari dal consigliere regionale Daniele Cocco che ieri ha fatto scoppiare la bagarre in aula. «Fino a dicembre dell’anno scorso, la sala di emodinamica di Nuoro eseguiva in media 1.000 procedure di coronarografia, angioplastiche coronarica, chiusura di auricolare e altri esame invasivi. Almeno 400 venivano eseguite in regime di urgenza cioè con un infarto acuto in atto» racconta l’esponente di Leu che snocciola numeri su numeri, anche quelli risicati del personale di un servizio ridotto al lumicino. «Sino ad allora – prosegue Cocco – l’Emodinamica del San Francesco contava un organico di cinque specialisti. Di questi, il direttore Gavino Casu, è andato via assieme ad un altro emodinamista».

Sono rimasti in tre a garantire, h24, l’intervento in caso di infarto acuto del miocardio (malattia tempo dipendente) e da lunedì prossimo non ci sarà un altro specialista che è dimissionario. «Rimarranno in due: uno di loro attualmente è in aspettativa e da lunedì ci sarà molto probabilmente un solo emodinamista che è anche facente funzioni di direttore della Cardiologia. La chiusura – è la sua conclusione – è assicurata. Occorre l’intervento immediato della Regione per fermare lo smantellamento del polo sanitario nuorese».

Di recente sempre Cocco aveva denunciato il caso di un paziente residente in un paese del Goceano che ricoverato all’ospedale nuorese per un’emorragia cerebrale era stato trasferito in ambulanza al Brotzu perché nel presidio non c’era un angiografista in servizio. L’unico specialista riesce infatti a garantire solo l’orario diurno. Il malcapitato paziente è arrivato in pronto soccorso alle 20, troppo tardi per essere sottoposto all’importante esame diagnostico che è stato eseguito oltre due ore dopo a Cagliari. (g.f.)

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *