Le imprese aprono agli studenti – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Appuntamento domani con la nuova edizione del Pmi day, iniziativa della Confindustria che mostra agli studenti, con visite guidate e incontri in aula, l’impegno quotidiano nelle imprese e il relativo contributo alla crescita economica, benessere sociale e qualità della vita con particolare attenzione al vero cuore delle aziende: le persone che vi lavorano. Le imprese (Prosciuttificio e salumificio Fattorie Gennargentu srl di Fonni; Bi Metal srl di Tortolì Arbatax; Taulara srl di Nuoro) apriranno le loro porte dalle 9 del mattino, e contemporaneamente sono previsti anche incontri in aula magna e collegamenti in teleconferenza con alcune scuole (nel progetto sono coinvolti l’Itc Chironi di Nuoro; l’Elettrotecnico e Commerciale di Tortolì; il “Pira” di Siniscola-liceo scientifico di Dorgali). Oltre alle visite aziendali è previsto un incontro alle 9 nell’aula magna dell’Itc Chironi di Nuoro. A dialogare con gli studenti saranno gli imprenditori Massimiliano Meloni (Salumificio Gennargentu), Manuela Pittalis (Hotel Nuraghe Arvu srl e Vitivinicola Atha Ruja) e Giampiero Pittorra (Aecos srl Tetto solare). L’incontro sarà inoltre seguito in videocollegamento da alcune scuole del territorio nuorese e ogliastrino. L’incontro sarà anche l’occasione per presentare agli studenti il Premio “Impresa che innova” promosso dall’associazione degli industriali in collaborazione con la Camera di commercio di Nuoro. Tema focus di quest’anno è la sostenibilità: ambientale, sociale ed economica per uno sviluppo basato su un utilizzo efficiente delle risorse. Sostenibilità quindi come sinonimo di competitività, crescita e successo per il rilancio di una crescita sostenibile e inclusiva che ponga al centro la persona e il futuro dei giovani. «Il Pmi day è espressione della cultura del lavoro d’impresa promossa da Confindustria – dichiara il presidente dell’associazione Giovanni Bitti –, oggi la domanda di lavoro da parte delle imprese è molto più sostenuta e servono professionalità e competenze di alto livello. E qui sono fondamentali gli Its che garantiscono alle imprese di reperire i profili professionali ricercati, e permettono di trovare immediatamente impiego ad oltre il 70% di chi consegue il titolo. Ecco perché – conclude Bitti – il futuro lavorativo e imprenditoriale di molti giovani parte da una buona base scolastica ed una costante interazione tra scuola e impresa». «Il Pmi day – spiega Massimiliano Meloni – presidente del Comitato Pmi dell’associazione e promotore dell’iniziativa per il Nuorese e l’Ogliastra – coinvolge a livello nazionale centinaia di Pmi, scuole e migliaia di studenti e nelle sue 11 edizioni nazionali ha coinvolto 55.000 partecipanti tra studenti, insegnanti, amministratori locali e giornalisti. In questo ambito Confindustria Sardegna centrale negli ultimi due anni ha coinvolto 22 imprese e 800 studenti di 12 istituti del territorio, consente di vedere come nascono i prodotti e i servizi e di cogliere l’esperienza delle persone che contribuiscono a realizzarli. Si tratta di un’occasione per raccontare la storia dell’azienda, l’orgoglio, i valori e la cultura che caratterizzano il lavoro quotidiano delle persone che ne fanno parte e l’irrinunciabilità dell’impresa come motore di sviluppo economico e sociale, soprattutto nel nostro territorio».

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *