La storia di Giby, cieco e giramondo. I suoi occhi? La sua padrona che l’ha adottato in fin di vita – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Recuperato a Serramana in condizioni indescrivibili, gatto Gilberto (per i fan Giby), ora ci vede benissimo! Ma non lo fa coi suoi occhi che, purtroppo non vedono più: ci riesce grazie all’amore della sua padrona Romina che l’ha salvato e con lui gira la Sardegna. La sua storia “mamma” Romina la racconta tutti i giorni sui social: Giby infatti è molto attivo online con una pagina Facebook e un profilo Instagram Giby_theblindcat (Giby il gatto cieco).

“La storia di Giby è simile a tante altre storie di gatti che conducono una vita randagia, sia che si tratti di gatti di proprietà o liberi, ci racconta Romina. Il 4 febbraio 2019 venne segnalato alla nostra associazione di volontariato “Gli A-Mici di Tommy –Serramanna”: lui era immobile in mezzo alla strada. Era stato investito forse qualche ora, forse qualche giorno prima ed era in condizioni indescrivibili.

La sua sentenza era infausta, il veterinario non ha dato grosse speranze di vita, i traumi avevano compromesso un occhio e aveva grosse difficoltà ad autoalimentarsi per via delle fratture, insomma la sua fine sembrava segnata. Ma anche se timidamente e per come poteva si faceva sentire con stanche fusa, lui voleva vivere, e noi lo avremo sostenuto! In primis aveva bisogno di un nome e il suo è stato scelto in base al santo del giorno in cui è stato trovato, ossia Gilberto!

Ogni giorno era un appuntamento fisso da lui, bisognava imboccarlo, doveva rimettersi in forze per affrontare gli interventi. L’ho assistito con tenacia e costanza e contrariamente a tutte le aspettative si è ripreso! Purtroppo però il trauma aveva compromesso la sua vista, spegnendola definitivamente e lasciando spazio al buio più completo. La convalescenza e i primi passi al buio li ha vissuti con me, mi rendevo conto delle sue difficoltà e cercavo in ogni modo possibile di aiutarlo in questa nuova condizione, provando anche col guinzaglietto che ha accettato con vero e inaspettato entusiasmo.

E da quel giorno, anche se i suoi occhi non vedono più sono diventata il suo umano guida negli spazi esterni, perché lui adora la vita all’aperto! L’imprinting tra noi è nato quel 4 febbraio, lui ha deciso di fidarsi di me, e io non potevo tradirlo, e ora eccoci qua nelle nostre strambe avventure a portata di gatto cieco! Chi era in passato? Non è importante, io non lo tradirò mai e poi mai. Ora siamo io e Giby!”.

Una storia commovente e piena di speranza, che parla di disabilità accettata con coraggio e forza d’animo, di amore incondizionato verso un essere vivente, lo stesso che poi ha ricambiato la sua padrona con una fiducia piena e totale. Insomma, adottare un cane o gatto “speciali” si può e la vicenda di Giby non può far altro che insegnarlo grazie alla sua testimonianza diretta.

Per info su Gli A-mici di Tommy – Serramanna associazione di volontariato che si occupa di randagismo felino.

Per donazioni e supporto:

IBAN: IT18Y0306967684510737402552

L’articolo La storia di Giby, cieco e giramondo. I suoi occhi? La sua padrona che l’ha adottato in fin di vita proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *