La pubblica via è impraticabile, anziano bloccato nella sua casa a Bosa [Guarda le Offerte della Pescheria]

  • di

BOSA. L’accesso difficoltoso dall’abitazione alla via pubblica per un anziano disabile di Bosa che abita nel rione Terridi crea disagio alla famiglia, che chiede da tempo un intervento del Comune per creare un passaggio sicuro e agevole. «Mio padre Antonio da tempo ha problemi di deambulazione e per ogni spostamento può usare solo la sedia a rotelle e deve essere aiutato». Antonio Saturno, che ha 76 anni, vive in una palazzina nella zona alta del rione di Terridi e dalla casa al marciapiede ed alla strada deve affrontare un vero e proprio percorso a ostacoli. «A febbraio 2020 mio padre è dovuto ricorrere ai sanitari e l’equipe medica dell’ambulanza ha trovato forte difficoltà nei movimenti con la barella, per il trasporto da casa al mezzo di soccorso», racconta Rudi Saturno. Il problema si pone anche per una semplice uscita di casa per una boccata d’aria, o per gli spostamenti verso le strutture sanitarie, per i controlli periodici. «Il 15 ed il 18 gennaio per raggiungere l’auto mia madre ha dovuto chiedere ancora una volta l’aiuto di vicini e conoscenti, per poter accompagnare mio padre in tutta sicurezza fino alla strada». La famiglia Saturno si è quindi rivolta al Comune per cercare di trovare una soluzione che permetta di creare un percorso sicuro e agevole negli spostamenti dall’abitazione alla strada in un tratto scosceso e in forte pendenza. «Abbiamo inviato tutto il carteggio necessario chiedendo una verifica dei luoghi, ma fino ad ora non abbiamo ricevuto risposta. Così non è possibile andare avanti», lamenta Rudi Saturno. Che spera in una celere soluzione «Che possa permettere un minimo di sicurezza e libertà di movimento a mio padre», conclude.

[Guarda le Offerte della Pescheria]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *