La morte della pensionata, un malore per il fumo e la paura

  • di

LA CALETTA. La paura, l’affanno per il fumo: queste sono con tutta probabilità le cause che hanno provocato il malore per il quale è morta Maria Antonia Bacciu, la pensionata di 84 anni trovata priva di vita il giorno di Santo Stefano in casa a La Caletta.

È la conclusione alla quale sono giunti i carabinieri, che per conto della Procura hanno avviato le indagini, archiviate dopo gli accertamenti con la conseguente restituzione della salma alla famiglia. Ieri, nella chiesa della Madonna di Fatima è stato celebrato il funerale. Maria Antonia Bacciu viveva da sola in un appartamento in via Cipro, nella frazione di Siniscola. A dare l’allarme è stato l’ex marito che non riusciva a contattarla. I soccorritori l’hanno trovata priva di vita, in una stanza dove si era rifugiata per sfuggire alle fiamme scaturite da una stufa. Il fumo e lo spavento hanno purtroppo provocato il malore che ha determinato il decesso che risale al giorno di Natale. Alcuni vicini infatti avevano notato del fumo uscire da una finestra, senza che peraltro ci fossero richieste d’aiuto o fiamme visibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *