La giunta Bosu esordisce sotto il segno dei libri – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

OROTELLI. Uno dei primi atti ufficiali della nuova giunta presieduta dal neo sindaco di Orotelli, Toni Bosu, va in direzione della cultura e, in particolare, dell’incentivazione alla lettura e della diffusione del libro non solo attraverso un efficiente sistema bibliotecario, ma anche attraverso l’adesione ad associazioni che si occupano di rafforzare l’abitudine alla lettura.

Una strada già tracciata dall’amministrazione comunale precedente guidata dall’ex sindaco, Nannino Marteddu e che la nuova giunta vuole continuare a seguire. Da qui la decisione del nuovo esecutivo, nella sua prima seduta dopo la nomina degli assessori, di confermare l’adesione del Comune di Orotelli all’associazione Liberos: un sodalizio con soci in tutta l’isola che ha come scopo primario l’incentivazione della lettura sul territorio sardo. «Liberos – si legge nelle motivazioni che hanno indotto la giunta a confermare per i prossimi anni l’adesione alla rete culturale – è una associazione di persone convinte che la lettura in Sardegna sia un elemento fondamentale della comunità e che le energie e le competenze che si muovono intorno ai libri siano fonte di coesione sociale, ricchezza economica e consapevolezza civica”. In particolare, Liberos “nasce per riconoscere e proteggere le relazioni che esistono già tra chi, per mestiere, passione o incarico istituzionale, si occupa di fare azione culturale intorno al libro».

Intorno all’associazione, nata nel 2012 da un’idea della scrittrice Michela Murgia, è sorto un circuito etico costituito da centinaia di professionisti e appassionati, librai, bibliotecari, associazioni culturali, media, location partner, festival e lettori. Liberos organizza anche eventi, incontri, attività per le scuole e il festival letterario Entula che coinvolge tutta l’isola. «L’adesione all’associazione – si sottolinea nella delibera della nuova giunta comunale – è gratuita e non comporta alcun costo per il Comune, ma solo una serie di vantaggi in termini di visibilità e comunicazione, con in più la possibilità di organizzare eventi culturali di qualità a costi ridotti».

Gli associati hanno anche diritto ad autogestire una pagina web personalizzata nel sito Liberos.it, dove potranno inserire logo, testi, materiale multimediale, calendario degli eventi e informazioni sulla propria attività.

L’associazione culturale, intanto, si è già fatta sentire con una prima iniziativa: su proposta di Liberos il 24 novembre 2021 si terrà a Orotelli la presentazione del libro di Cristina Caboni “La ragazza dei colori”, Garzanti editore. L’appuntamento è alle 17.30 nel centro polivalente “Franco Pintus”, in via Santa Croce.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *