Insulti e veleni corrono facilmente sui social network – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

«Un cattivo esempio, per un personaggio pubblico». «Mi piace l’artista… molto meno questo colpo di testa». Nei social, su Facebook in particolare, se ne leggono di tutti i colori. La condanna è sempre dietro l’angolo, anche se c’è chi la prende con un poco di ironia: «Titolo della prossima canzone? Su verbale». «Certo che stando tutti i giorni insieme per lavoro e come che sia un suo congiunto» certa la giustificazione un fan degli Istentales. «Resta il fatto che è un brutto gesto, diseducativo» taglia corto un altro internauta. C’è chi sostiene una tesi, chi quella tesi la boccia del tutto. C’è chi dà buoni consigli se non può più dare cattivo esempio. Ma soprattutto: c’è tanto veleno che scorre sui social. Veleno a secchiate per dire questo o quest’altro. «Rimaniamo basiti da così tanta cattiveria che in questo nostro paese fa passare le vittime carnefici… » scrivono gli Istentales nella loro pagina Fb. Anche questa riempita di insulti e polpette avvelenate. «Sul web ci sono troppi leoni da tastiera» li chiama Gigi Sanna. Che ha comunque ricevuto tantissime telefonate di solidarietà. «Chi ha capito la vera essenza del mio gesto clamoroso, ci ha espresso solidarietà, ci hanno pure ringraziato» sottolinea. Pronto ad affidare a un legale la pratica per far annullare la multa verbalizzata a suo carico e a carico di un suo dipendente. «L’importante – scrive un fan – è non lasciarsi andare agli insulti».

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *