Innovazione sociale un mese di eventi – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Il tema dei linguaggi è al centro della terza edizione del Festival dell’innovazione sociale che quest’anno inizierà il 18 ottobre per terminare nel mese di dicembre. Nel corso di un intero mese di eventi, attraverso laboratori, seminari ed iniziative culturali, sarà dato ampio spazio alla voce dei giovani, delle famiglie e degli attori sociali che, con linguaggi differenti, saranno chiamati a raffigurare il futuro possibile della comunità nuorese. Il festival dell’innovazione sociale, che è finanziato dall’assessorato alle politiche sociali del Comune di Nuoro in collaborazione con la cooperativa Lariso, occuperà diversi spazi della città. Tra questi, il Cesp di Prato Sardo, lo Spazio giovani di via Calamida, alcuni istituti scolastici e tanti altri luoghi simbolo della città.

Fin dalla sua prima edizione, questo evento costituisce un appuntamento di riflessione, di creazione, di produzione e di relazioni sul tema delle trasformazioni e delle innovazioni sociali della comunità nuorese. «Quest’anno più che mai visti i vari episodi di cronaca legati al disagio giovanile – spiegano gli organizzatori – è sorta la necessità di una nuova progettualità legata ai bisogni emergenti, ma anche a prospettive di crescita connesse con quanto accade nel mondo. L’edizione 2021, infatti, si interroga sui percorsi di trasformazione da intraprendere a livello locale per rispondere agli obiettivi dell’agenda europea 2030 in tema di sviluppo sostenibile». Un obiettivo da raggiungere, questo, dando spazio alla voce dei giovani, delle famiglie e degli attori sociali che con i linguaggi differenti, del corpo, del cuore e della mente, saranno chiamati a raffigurare il futuro possibile di sviluppo territoriale: «Attraverso – proseguono gli organizzatori del festival – un futuro che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri bisogni armonizzando tre elementi fondamentali: la crescita economica, l’inclusione sociale e la tutela dell’ambiente».

Il Festival, all’interno dei vari spazi formativi individuati, prevede diversi laboratori rivolti a tutte le fasce della popolazione e la promozione di seminari e incontri di approfondimento inerenti il tema dell’innovazione sociale. Tutte le attività saranno realizzate nell’ottica di raggiungimento di alcuni dei 17 obiettivi dell’agenda europea 2030.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.