Incentivi per medici di base e personale per piccoli ospedali: il caso Lanusei con Mara Lapia arriva a Montecitorio – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

 

“Due ordini del giorno che, nell’ambito del Decreto sostegni bis, impegnano il Governo a potenziare la medicina generale sui territori disagiati e ad incentivare economicamente il personale dei presidi ospedalieri più periferici. Questo è quanto approvato  nella giornata di ieri dall’aula di Montecitorio per contrastare le criticità nell’assistenza sanitaria derivanti anche dalla perdurante pandemia”. Lo dichiara la deputata Mara Lapia, capogruppo di Centro Democratico e componente della Commissione affari sociali e sanità della Camera, che grazie ai due provvedimenti, uno a sua firma  e l’ altro cofirmato con la collega Daniela Cardinale (CD), auspica l’implementazione del servizio di medicina di base e di assistenza domiciliare nelle aree delle zone interne e il potenziamento del personale sanitario negli ospedali più isolati.

“Ritengo sia necessario – sottolinea la deputata Lapia – potenziare i servizi di medicina generale sui territori per consentire ai medici di base di tutelare la salute dei cittadini in modo più efficace. È quindi opportuno implementare la medicina di base sui territori con una distribuzione dei medici sui territori più capillare, nonché favorire le stesse figure sanitarie con incentivi economici, soprattutto quelli che operano nei territori  geograficamente svantaggiati. Solo in Sardegna mancano un centinaio di medici di base. Eclatanti i casi di Seui, Oliena ed Ussassai  che da mesi  non possono fare affidamento su questa importante figura sanitaria”.

Alla stessa maniera, grazie all’approvazione di un altro ordine del giorno, si impegna l’esecutivo Draghi a prevedere degli incentivi per il personale medico ed  infermieristico che opera in  ospedali  ubicati in quelle zone che il decreto 70 del 2015 indica come “aree geograficamente più isolate del Paese con condizioni morfologiche ostili, e con collegamenti di rete viaria disagevoli e reti di trasporto marittimo complessi  oppure in ambiente insulare”.  “L’approvazione di questo provvedimento – è la sua conclusione – offre le risposte necessarie alle esigenze di salute delle comunità più svantaggiate che nell’Isola fanno riferimento agli ospedali di Isili, Sorgono, Bosa, Muravera  e Lanusei”.

 

L’articolo Incentivi per medici di base e personale per piccoli ospedali: il caso Lanusei con Mara Lapia arriva a Montecitorio proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *